Buoni Fruttiferi Postali per minorenni 2022: calcolo interessi e modalità di acquisto

I Buoni Fruttiferi Postali per minorenni sono l’occasione per regalare un dono speciale che cresce insieme ai bambini e ai ragazzi fino alla loro maggiore età. Approfondiamo meglio l’argomento procedendo con il calcolo degli interessi e le modalità di acquisto nel 2022.

Il Buono Fruttifero, sicuro perché garantito dallo Stato, permette di accumulare una somma interessante che l’intestatario, al compimento del diciottesimo anno di età, potrà utilizzare per realizzare progetti e desideri. In precedenti articoli ci siamo soffermati su altri servizi simili offerti da Poste Italiane, i Buoni Fruttiferi 3×2 e 3×4 e il Libretto postale dedicato ai bambini e ai minorenni. Ora è il momento di conoscere meglio quest’altra forma di risparmio e di tutela del denaro che permette di far crescere nel tempo la somma iniziale grazie agli interessi che si accumulano nel tempo. In più si può contare sulla tassazione agevolata del 12,50%, un vantaggio proposto per il Buono Fruttifero Postale. Scopriamo insieme gli altri.

Buoni Fruttiferi Postali per minorenni: calcolo degli interessi 2022

I Buoni Fruttiferi Postali sono emessi da Cassa depositi e prestiti S.p.A. e garantiti dallo Stato Italiano. Si presentano come uno strumento di risparmio apprezzato dagli italiani preoccupati per l’inflazione e desiderosi di tutelare i propri risparmi. Se, poi, nello stesso tempo consentono di sostenere il futuro dei propri figli e nipoti sono un’occasione da prendere in considerazione seriamente.

I Buoni hanno rendimenti certi che contribuiranno alla crescita del denaro contemporaneamente alla crescita del minorenne. Sul sito www.risparmiopostale.poste.it è possibile visualizzare una tabella contenente i valori crescenti del tasso di interesse annuo nominale lordo (riferendosi alle condizioni in vigore dal 22 gennaio 2022 per il Buono della serie TF118A180122). Alla durata dell’investimento corrisponde un preciso rendimento effettivo annuo lordo che si otterrà alla fine di ciascun periodo di possesso. Si va da un periodo di 1 anno e sei mesi (a cui corrisponde un rendimento dello 0,50%) fino a diciotto anni, momento in cui l’intestatario diventerà maggiorenne (rendimento pari al 2%).

Per poter conoscere il valore e calcolare gli interessi sul proprio buono bisognerà approfittare di uno strumento di simulazione del rendimento presente sul portale stesso di Poste Italiane. Selezionando la voce “Simula” presente all’interno della sezione dedicata ai Buoni Fruttiferi Postali per minorenni sarà, infatti, possibile simulare il valore inserendo, dove indicato, la tipologia del Buono Postale, la data della sottoscrizione, l’importo da sottoscrivere e la data del rimborso.

Apparirà una tabella che indicherà gli interessi per ogni periodo di tempo e il rendimento parziale e totale. Richiedendo il rimborso prima del compimento del 18° anno del minore (possibilità per cui è necessario richiedere un provvedimento di autorizzazione del Giudice Tutelare) il valore corrisponderà al valore nominale sottoscritto (al netto di eventuali oneri fiscali) insieme agli interessi maturati che sono riportati nelle Tabelle per il rimborso anticipato presenti sul sito. Aspettando il compimento dei 18 anni, invece, gli interessi corrisponderanno al tasso effettivo a scadenza del bimestre entro cui cadrà il compimento del 18° anno dell’intestatario.

Come acquistare i Buoni Fruttiferi per minorenni

Siete genitori, nonni o zii che desiderano regalare una sicurezza in più per i vostri figli o nipoti? E’ il momento, allora, di pensare seriamente alla possibilità di intestare al minorenne un Buono Fruttifero Postale a lui dedicato. Quali sono le diverse modalità di acquisto? Si possono sottoscrivere i Buoni per i minori in tutti gli uffici postali, cercando attraverso il sito quello più vicino alla propria residenza.

L’importo minimo per acquistare un buono è di 50 euro e si prosegue considerando i multipli. Una seconda modalità di acquisto può avvenire utilizzando il Piano di risparmio Piccoli e Buoni pensato per insegnare a figli e nipoti a gestire i risparmi e il denaro. In questo caso i Buoni saranno emessi in forma dematerializzata, in maniera automatica e secondo una periodicità stabilita.

E’ possibile intestare un Buono Fruttifero per minorenni a bambini e ragazzi di età compresa tra 0 e 16 anni e mezzo, ancora non compiuti oppure compiuti nel mese in cui avviene la sottoscrizione. Ricordiamo, infine, che non sono previste spese aggiuntive o commissioni per la sottoscrizione, il rimborso o la gestione dei Buoni fruttiferi postali. La tassazione è, come detto in precedenza, agevolata al 12,50% ed è prevista l’esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo se il valore di rimborso del Buono Fruttifero Postale è inferiore a 5000 euro.