Coinbase Opinioni 2021: le recensioni degli utenti, è una truffa o funziona?

Andiamo a scoprire le opinioni su Coinbase, una società di scambio di beni digitali con sede a San Francisco che propone agli utenti una piattaforma online in cui acquistare, vendere, trasferire e conservare criptovalute.

L’exchange famoso in tutto il mondo ha raggiunto decine di investitori mondiali che hanno finanziato il progetto con più di 500 milioni di dollari e dal 2012 ad oggi ha avuto una crescita esponenziale ponendosi come la miglior Borsa di criptovalute che si possa incontrare. La piattaforma di Coinbase permette di acquistare e vendere Bitcoin, Ripple, Ethereum, e creare un wallet, un portafoglio virtuale in cui costudire la propria criptovaluta. Negli ultimi anni stiamo imparando a conoscere il mondo delle monete virtuali decentralizzate che non rientrano sotto il controllo degli enti finanziari o dei governi. Tanti trader hanno iniziato ad investirvi dato i vantaggi offerti dalle criptovalute. Parliamo specialmente di un andamento non legato alle economie di specifici paesi e dei tassi di interesse e delle politiche monetarie non influenti sul valore delle monete virtuali. Gli investitori scelgono di acquistare una o più criptovalute per attendere che il valore aumenti e riconvertirle, poi, nella moneta tradizionale. Ma qual è il posto giusto per procedere con l’acquisto, la vendita, il trasferimento e la conservazione della criptovaluta? Coinbase potrebbe essere la risposta al quesito ma per scoprirlo vaglieremo le recensioni degli utenti in modo tale da capire se è una truffa o se funziona veramente.

Cosa dicono le recensioni degli utenti di Coinbase nel 2021

I numeri e i nomi associati a Coinbase lasciano pensare che la proposta societaria sia seria, professionale e affidabile. Oltre 43 milioni di utenti utilizzano la piattaforma online, 455 miliardi di dollari come volume degli scambi effettuati, 90 miliardi di dollari di risorse sulla piattaforma e più di 1200 dipendenti sono cifre che destano notevole curiosità e meritano l’attenzione degli investitori. Nomi quali Andreessen Horowitz, TigerGlobal, Spark Capital e USV tra gli investitori sono un altro motivo per utilizzare Coinbase per operare nel mondo delle criptovalute. Tanti utenti nelle recensioni hanno scritto di aver dato la loro fiducia alla società proprio in relazione ai dati e ai nominativi forniti traducendoli in sinonimo di sicurezza e qualità. La fiducia ha dato poi i suoi frutti?

Iniziamo parlando della piattaforma proposta da Coinbase, uno strumento che offre tante funzionalità e tanti prodotti a cui accedere. Exchange, Wallet, USD Coin (acquisto e negoziazioni dei una stablecoin), Earn (funzione per migliorare la conoscenza con le criptovalute) e Pro (opzione dedicata ai trader esperti per effettuare transazioni avanzate) sono servizi che incontrano l’approvazione degli utenti. Si vanno ad aggiungere, poi, le opportunità dedicate alle aziende come la funzione Commercio (accettazione delle monete virtuali come forma di pagamento), Custody (conservazione della criptovaluta con servizio dedicato alle istituzioni) e Ventures (una raccolta fondi per la propria startup). L’offerta risulta, dunque, completa e adatta alla soddisfazione di ogni esigenza. E’ anche pratica?

Secondo alcune recensioni degli utenti iniziare ad utilizzare la piattaforma per operare con le criptovalute è semplice. Basterà registrarsi gratuitamente sul portale www.coinbase.com selezionando la voce “Registrati”. Si aprirà una pagina con il form “Crea il tuo conto” in cui inserire semplicemente nome, cognome, indirizzo e-mail e password. Questo è il primo passo che darà inizio ad una rapida e facile procedura in cui i compiti più “complicati” saranno l’apertura della propria e-mail per cliccare sul link ricevuto, la compilazione di alcuni questionari finanziari e l’invio dei documenti di identità. Non appena il processo verrà concluso si potrà iniziare ad operare immediatamente, dettaglio molto importante per tanti utenti. Effettuato il login si riceverà un sms con un codice di verifica e per quanto possano sembrare troppi passaggi e verifiche (come lamentato da alcuni utenti) ricordiamo che è per la sicurezza del cliente che Coinbase ha deciso di adottare il doppio passaggio di controllo tramite e-mail ed sms. La garanzia di tutela è apprezzata infatti da tanti altri investitori che lasciano recensioni positive al riguardo.

Risulta utile, poi, la possibilità di scegliere tra conto corrente in euro o carta di credito o debito per effettuare i pagamenti. Coinbase consiglia di utilizzare il primo metodo se si ha intenzione di effettuare investimenti di denaro importanti, il secondo metodo per un trading più contenuto. Ogni investitore è comunque libero di optare per la soluzione che ritiene più opportuna.

Arriviamo al cuore dell’operatività, l’acquisto e la vendita delle criptovalute. Gli utenti riscontrano una procedura semplice da mettere in atto attraverso la sezione “Effettua Transizioni”. “Acquista”, “Vendi” e “Converti”, diretto, chiaro e veloce. I margini di errore sono veramente bassi e le difficoltà praticamente inesistenti. Inoltre, la piattaforma consente di stabilire l’importo da acquistare o vendere utilizzando la valuta di riferimento preferita (fiat o criptovalute). Pochi clic per concludere l’operazione di acquisto, vendita o conversione. Questa velocità è ben vista dagli utenti dato che i tempi rapidi consentono di trovare un buon allineamento tra il prezzo visto sul display e quello realmente utilizzato nella transazione.

Un altro fattore positivo sottolineato dalle recensioni degli utenti nel 2021 è la possibilità di ottenere un po’ di ciascuna criptovaluta da provare per approfondire il loro funzionamento. Inoltre, ricevendo un codice invito si potrà utilizzare la piattaforma gratuitamente senza deposito. E’ un’opportunità unica per testare la piattaforma prima di iniziare ad operare con soldi reali. Un ulteriore aiuto in tal senso è dato dalla piattaforma integrata per l’apprendimento, utile per poter comprendere meglio le dinamiche e le basi delle criptovalute. Si tratta di brevi lezioni di due o tre minuti che presentano anche quiz veloci da svolgere per verificare l’assimilazione delle informazioni.

Coinbase è una truffa o funziona?

Finora abbiamo descritto i lati positivi estrapolati dalle recensioni su Coinbase lasciate dagli utenti in rete. Sono stati toccati diversi punti, dalla registrazione all’operatività fino ai prodotti offerti. E’ arrivato il momento di tastare un aspetto fondamentale della piattaforma, i costi di acquisto, vendita e conversione. Gli investitori avvertono che le commissioni rischiano di influire notevolmente sui guadagni ma i trader più esperti sanno che questo è un problema comune di tutti gli exchange. Innanzitutto si avvisa che Coinbase applica uno spread di 0,50 punti percentuali per gli acquisti e le vendite delle criptovalute e del 2,00% per la conversione. La cifra per l’acquisto e la vendita non è fissa ma soggetta agli andamenti di mercato. In più, occorre considerare le commissioni fisse e variabili stabilite in base al tipo di pagamento, all’asset o all’area di provenienza. Si va da 0,99 euro a 2,99 euro per le commissioni fisse e da 1,49% a 0,15 euro per le commissioni variabili. Per quanto possano risultare elevate, sono il linea con il mercato e non devono spaventare troppo il trader.

Se da un lato ci sono le commissioni che impensieriscono gli utenti, dall’altro c’è il wallet gratuito che si presenta come un vantaggio sottolineato dai recensori. Il trader potrà aprire senza alcun costo il suo portafoglio e non ci sarà, comunque, alcun obbligo a farlo. Non ci sarà nessuna spesa per versare il denaro né per mantenere il wallet.

Online si riscontrano anche recensioni non positive che riguardano problematiche iniziali di accesso al portale. Un utente recrimina il fatto di non riuscire a completare la procedura online. Pur avendo inviato la documentazione corretta ed inserito i dati personali nel modo giusto non arriva alcuna conferma delle verifica dell’identità e teme che avrà presto il conto bloccato. Lo stesso utente ha provato a contattare l’assistenza senza ottenere risposta. In un altro caso un investitore lamenta il fatto di aver effettuato un bonifico a Coinbase che non è stato depositato sul conto mentre un altro ancora informa di non riuscire ad inserire la carta in suo possesso come metodo di pagamento. Sembrerebbero essere tutti problemi tecnici non ancora risolti ma è d’obbligo riportare che le recensioni di riferimento sono state scritte pochi giorni fa e che Coinbase potrebbe metterci più tempo a risolvere le questioni. Un punto fermo, però, è la mancanza di un’assistenza valida e professionale denunciata da diversi utenti nell’ultimo periodo.

Le divergenze di opinioni, dunque, risultano decisamente elevate. Si passa da recensioni che elogiano il funzionamento di Coinbase e la possibilità di guadagnare e vendere attraverso le criptovalute a opinioni del tutto negative che descrivono come insoddisfacente sia l’approccio alla piattaforma che l’assistenza fornita. Da ciò che si legge nei forum online sembra che ci sia, dunque, una netta linea di demarcazione tra chi riesce a registrarsi e gestire il conto con soddisfazione e senza alcuna problematica e chi non riesce neanche a portare a termine la registrazione. Dipenderà dalla competenza degli utenti? Dal sistema e dalla piattaforma? Dai device utilizzati per accedervi? La risposta non è data saperla perché occorrerebbe circostanziare ogni recensione per capire l’origine del problema. Il fatto, però, che non si riesca ad accedere all’assistenza sembrerebbe essere accertato dato le numerose recensioni al riguardo. E’ possibile che si tratti di un disagio temporaneo e di black out facilmente risolvibile in poco tempo così come è possibile che non sia interesse risolvere i disagi di un numero limitato di clienti dato il grande accesso alla piattaforma.

In conclusione, Coinbase è una truffa o funziona? Solo voi potrete rispondere a questa domanda provando personalmente l’accesso al portale e al conto.