Contributi Inps Colf 2022: scadenze pagamento e calcolo

L’Inps ha pubblicato, lo scorso gennaio, i contributi Colf 2022 che i datori di lavoro sono chiamati a versare per il lavoro domestico svolto da colf e badanti. Gli importi sono facilmente riscontrabili in tabelle Inps relative ai contributi 2022. Siamo qui per aggiornarvi sulle scadenze del pagamento e per aiutarvi nel calcolo dell’esatto importo che varia in base a determinati fattori.

Calcolo dei Contributi Colf Inps 2022

Rispetto all’importo dei contributi Inps Colf dello scorso anno nulla è cambiato. Le fasce retributive e i contributi corrispondenti, come appreso dai servizi Inps onlinesono rimaste le stesse nel 2022, dato che l’inflazione ha avuto una rivalutazione in negativo, pari allo -0,1%. Secondo quanto stabilito dalla Legge di Stabilità, infatti, in presenza di negatività l’indice Istat viene riportato a zero.

Attraverso il versamento dei contributi, il datore di lavoro regolarizza il rapporto di lavoro. Si versano tenendo conto di tutti i giorni retribuiti, di tutte le ore per cui si è svolto effettivamente il lavoro durante il trimestre e delle assenze retribuite. La copertura dei contributi è relativa alla pensione, al congedo di maternità, all’assicurazione contro eventuali infortuni e al diritto alla disoccupazione.

Abbiamo parlato di trimestre perché è la cadenza con cui si effettua il calcolo dei contribuiti. la prima scadenza è prevista per aprile 2022. Il datore di lavoro, per calcolare l’importo da versare all’Inps, deve tener conto di diversi fattori, iniziando dal tipo di contratto di lavoro. I contributi colf 2022 per un lavoratore assunto con contratto di lavoro a tempo determinato sono maggiorati dell’1,40%. Si tratta di un contributo aggiuntivo addizionale volto a finanziare la Naspi, l’indennità di disoccupazione. Non si deve pagare nel caso in cui il lavoratore a tempo determinato sia stato assunto per sostituire un lavoratore assente.

I dati da tenere in considerazione durante il calcolo sono l’effettiva retribuzione oraria, l’importo calcolato in misura oraria della tredicesima mensilità e il valore convenzionale del vitto e dell’alloggio (in misura oraria). Il contributo orario previsto al di sopra delle 24 ore settimanali di lavoro è fisso. Se la colf o badante non dovesse superare le 24 ore di lavoro settimanali, il conteggio avverrebbe in maniera diversa, tenendo conto della fascia oraria.

Tabelle INPS con importi dei contributi colf 2022 e scadenze

Ecco le tabelle Inps da consultare per procedere nel calcolo dei contributi colf 2022. Sono entrate in vigore il 1° gennaio e resteranno valide fino al 31 dicembre 2022.

  • Tabella con importi del contributo orario per colf a tempo indeterminato (senza contributo aggiuntivo)
Ore di lavoro settimanali Retribuzione effettiva oraria Contributo orario compresa CUAF Contributo orario esclusa CUAF Contributo orario dipendente
da A
Fino a 24 ore settimanali 0 (*) 7,88 1,39 1,40 0,35
7,89 9,59 1,57 1,58 0,40
9,60 999 1,91 1,93 0,48
Prestazioni superiori a 24 ore settimanali 0 999 1,01 1,02
  • Tabella con importi del contributo orario per colf a tempo determinato (con contributo aggiuntivo)
Ore di lavoro settimanali Retribuzione effettiva oraria Contributo orario compresa CUAF Contributo orario esclusa CUAF Contributo orario dipendente
da A
Fino a 24 ore settimanali 0 7,88 1,49 1,50 0,35
7,89 9,59 1,68 1,69 0,40
9,60 999 2,05 2,06 0,48
Prestazioni superiori a 24 ore settimanali 0 999 1,08 1,09 0,25

Per aiutare nel calcolo effettivo dei contributi colf 2022, l’Inps mette a disposizione dei datori di lavoro un simulatore di calcolo. I dati da inserire sono:

  • l’effettiva retribuzione oraria più la quota della tredicesima mensilità e quella di vitto e alloggio (solo se il collaboratore è convivente),
  • il totale trimestrale delle ore per cui spetta il contributo,
  • il tipo di contratto,
  • il totale delle ore effettivamente lavorate nella settimana dato che, come precedentemente visto, il calcolo sarà diverso in caso di superamento o meno delle 24 ore,
  • la fascia contributiva determinata dalla retribuzione effettiva.

Entriamo, ora, nei dettagli delle scadenze del pagamento dei contributi colf 2022. Come già detto, il calcolo è trimestrale e il pagamento va effettuato entro 10 giorni dall’inizio del trimestre di riferimento. Se ciò non dovesse avvenire, il datore di lavoro incorrerebbe in sanzioni previste dall’Inps. In caso di interruzione del rapporto di lavoro, il pagamento dei contributi deve avvenire entro dieci giorni dalla cessazione.

Ecco le scadenze:

  • versamento relativo al primo trimestre 2022 dal 1° al 10 aprile 2022
  • versamento relativo al secondo trimestre 2022 dal 1° al 10 luglio 2022
  • versamento relativo al terzo trimestre 2022 dal 1° al 10 ottobre 2022
  • versamento relativo al quarto trimestre 2022 dal 1° al 10 gennaio 2022.

I contributi possono essere pagati online, tramite il sito www.inps.it, attraverso bollettino MAV, pagabile presso uffici postali o banche, con carta di credito chiamando il numero verde 803164 (Contact center dell’Inps) oppure utilizzando gli sportelli aderenti al circuito “Reti Amiche”.