Webank Conto Deposito 2022: opinioni, calcolo interessi e imposta di bollo

Webank propone un conto deposito dedicato ai risparmiatori che scelgono di affiancare all’esigenza di tutelare il proprio denaro la possibilità di ottenere un minimo guadagno. Approfondiremo il calcolo degli interessi, il costo dell’imposta di bolla e scopriremo le opinioni relative alla convenienza e all’affidabilità di questo strumento finanziario.

>>> CLICCA QUI E APRI GRATIS IL NUOVO CONTO WEBANK A ZERO SPESE <<<

Un conto deposito permette di investire i risparmi, tutelandoli dall’inflazione e ottenendo degli interessi calcolati sulla base della permanenza del denaro nel conto. La presenza di un vincolo, poi, garantirà una somma maggiore guadagnata alla fine del contratto. Le cifre di cui parliamo oggi sono irrisorie rispetto a quelle di qualche anno fa, non vi aspettate investimenti redditizi. Webank riesce comunque a presentare un deposito di risparmio interessante di cui vale la pena conoscere le caratteristiche.

Calcolo interessi e imposta di bollo del conto deposito Webank

Il deposito di risparmio ideato dalla banca online, oggi protagonista del nostro articolo, consente di avere sempre a disposizione il capitale versato. L’interesse applicato ai risparmi presenta un tasso base BCE dello 0,10%. Include la possibilità di trasferire o ritirare denaro senza spese aggiuntive e in qualsiasi momento. Il calcolo degli interessi più interessante è, però, quello relativo ai depositi vincolati. La somma versata sul deposito Webank sotto forma di vincolo non potrà essere toccata fino alla scadenza garantendo guadagni più alti.

Il vincolo temporale posto sui risparmi può essere di 6, 12 o 18 mesi. Queste linee promettono rendimenti vantaggiosi pari, rispettivamente, allo 0,30%, allo 0,35% e allo 0,40% lordi annui. Il tasso rimarrà fisso per tutta la durata del vincolo e gli interessi sono posticipati. L’importo massimo vincolabile corrisponde ad 1 milione di euro. Ribadiamo che, qualunque sia la somma versata rimarrà intoccabile fino alla fine del vincolo.

L’apertura di un generico conto deposito deve avvenire previo pagamento di un’imposta di bollo proporzionale al capitale depositato. Infatti, i titolari del conto dovranno versare lo 0,20% del denaro investito. Quando, invece, si parla di deposito di risparmio e di linee temporali come nel caso di Webank occorre distinguere tra il pagamento dell‘imposta di bollo fissa e quello dell’imposta di bolla proporzionale.

La prima imposta viene calcolata sulla base delle somme depositate e non sulle linee vincolate. La spesa complessiva corrisponderà a 34,20 euro all’anno se la giacenza media supera i 5.000 euro e se il titolare del conto è una persona fisica. Nel caso dei liberi professionisti o delle imprese, invece, la spesa sale a 100 euro. La seconda imposta, quella proporzionale, viene calcolata sulla riga dei conti deposito. Viene stabilita nella data corrispondente alla produzione  dell’estratto conto (annuale, semestrale, trimestrale o mensile) e il calcolo viene effettuato sul controvalore totale del deposito titoli (obbligazioni, azioni, fondi e altri strumenti finanziari) e sugli importi soggetti al vincolo. L’imposta applicata sarà dello 0,20% sul valore totale. Trattandosi di un prodotto lordo annuo, in caso di vincolo semestrale l’aliquota verrà dimezzata mentre aumenterà per depositi di 18 mesi.

Le opinioni sul conto deposito Webank: positive o negative?

Le prime opinioni che ci apprestiamo a scoprire sono quelle relative all’aspetto più importante di un conto deposito, il rendimento e i tassi applicati. Considerando i prodotti presenti sul mercato, Webank propone una soluzione finanziaria soddisfacente per molti utenti. I guadagni non sono elevati ma rappresentano un plus ultra aggiuntivo alla tutela dei propri risparmi.

Aprire un deposito di risparmio nella banca in questione è semplice e veloce dato che la procedura può essere effettuata completamente online. I clienti non hanno difficoltà nella compilazione dei dati richiesti e nel versamento del capitale ma è bene sottolineare come l’apertura di un conto deposito sia possibile solo dopo aver aperto un conto corrente presso Webank.

>>> APRI GRATIS IL NUOVO CONTO WEBANK: 100% ONLINE E A ZERO SPESE <<<

L’affidabilità della banca è un elemento che fa pendere le opinioni verso l’apprezzamento della soluzione offerta così come la possibilità di recuperare il denaro in qualsiasi momento senza spese aggiuntive. Tutte le somme depositate sul conto sono garantite dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Qualora la banca fosse impossibilitata a restituire al correntista una parte o l’intera somma depositata, partirà la tutela dei versamenti fino al limite massimo di 100 mila euro.

La variabilità dei depositi, vincolati e non, e la grande fascia di importi da versare (da 1 euro ad un milione di euro) sono ulteriori elementi che incidono sulla soddisfazione dei clienti. Infine, gli investitori/risparmiatori scelgono Webank anche per la presenza di una completa ed interessante piattaforma nata per praticare trading online. Migliaia di strumenti sono a disposizione degli utenti per operare in mobilità sui mercati finanziari e dare il via al proprio investimento personale.