PostePay Evolution 2022: IBAN, bonifici, app e costi

La carta di credito PostePay Evolution 2022 è una ricaricabile che permette di avere le funzionalità di un conto corrente. Come la maggior parte delle prepagate presenti sul mercato attualmente (dalla Genius Card Unicredit fino alla Carta Flash di Intesa Sanpaolo) permette infatti accredito dello stipendio, delle utenze, consente di effettuare bonifici, ecc… Insomma una specie di conto corrente, senza i vincoli del conto e molto spesso con costi limitati rispetti ad esso. Molto più completa rispetto al resto delle carte PostePay.

In questo modo risulta lo strumento ideale per chi non ha bisogno davvero di un conto corrente, ma solo di poter effettuare determinate operazioni che possono essere effettuate solo tramite questo tipo di prodotti. Provvista di un un IBAN, che risulta stampato sul fronte della carta stessa, attraverso di esso consente di effettuare le operazioni. Molto flessibile, è utilizzabile sia fisicamente agli sportelli di Poste Italiane che online sul sito postepay.it oltre che attraverso la APP dedicata.

PostePay Evolution 2022: costi e come inviare bonifici con IBAN

PostePay Evolution è a tutti gli effetti una carta di credito o almeno tale risulta nel momento in cui la utilizzate per effettuare pagamenti. Come la vecchia PostePay è una carta ricaricabile, ma a differenza della vecchia carta permette anche operazioni più avanzate. Prima di tutto è possibile farsi accreditare lo stipendio su questa carta, l’unica cosa da fare è comunicare l’IBAN riportato sulla carta al proprio datore di lavoro.

Oltre a questo permette di effettuare bonifici e di riceverne, sempre comunicando l’IBAN a chi deve effettuarlo. Tra le funzioni contemplate da questo tipo di carta, oltre ai pagamenti, ci sono il prelievo gratuito agli sportelli postamat del territorio, la possibilità di usare la PostePay Evolution per pagare il pedaggio in autostrada; la possibilità di pagare F24 e fare ricariche telefoniche; nonché pagare i bollettini postali tramite il sito delle poste. Chiunque lo volesse può anche utilizzare la carta per far addebitare le utenze domestiche, come luce e gas.

I costi della carta PostePay Evolution non sono molto elevati se consideriamo che per attivarla ci vogliono solo 5 euro, mentre ha una tariffa annuale pari a 10 euro. Il costo di attivazione è attualmente in promozione ed è gratuito fino al 31 dicembre di quest’anno. Per le altre operazioni ricordiamo che sono gratuiti sia l’accredito dello stipendio che il prelievo negli sportelli postamat. Il plafond massimo della carta è di 30 mila euro e non si possono ricaricare più di 3 mila euro alla volta. Inoltre non si possono fare più di due ricariche al giorno da parte dello stesso ordinante.

La nuova app PostePay con cui gestire la propria carta

Poste Italiane ha da poco lanciato la nuova APP PostePay (disponibile, tra l’altro, anche per PostePay Junior) nata per permettere ai clienti di poter gestire in mobilità la propria carta in tutta sicurezza. Disponibile sia sull’ App Store che su Google Play (per cui utilizzabile sia da utenti iOs che Android) è una APP anch’essa evoluta proprio come la carta PostePay Evolution. Infatti tra le opzioni previste permette di inviare e richiedere denaro ai contatti inseriti nella rubrica p2p oltre a dare la possibilità di ricevere denaro in sicurezza tramite la condivisione del proprio alias e di un QrCode.

L’opzione p2p sta per postepay2postepay e indica la possibilità di creare una specie di community di utenti con carta PostePay abilitata sulla APP con cui scambiare denaro all’occorrenza tramite la creazione di un’apposita rubrica. In questo caso il trasferimento di denaro è gratuito fino a 25 euro, mentre per cifre superiori ha un costo di 1 euro ad operazione. Tramite la APP è inoltre possibile tenere sotto controllo le proprie spese, vedendo in tempo reale i movimenti effettuati e il saldo della propria carta. Il tutto comodamente sul proprio smartphone. Non possiamo che promuovere questo servizio pensato da PostePay per i suoi clienti, anche se ha il limite di pensare troppo solo al collegamento tra i propri clienti.