PostePay Evolution Costi 2021: bonifico, ricarica, attivazione, prelievo e costo annuo medio

La rivoluzione di PostePay Evolution nel 2021 verrà da noi approfondita puntando il dito sui costi che comporta. Effettuare un bonifico, una ricarica, un prelievo o procedere all’attivazione quali spese comporta? Qual è, inoltre, il costo annuo medio? Siamo pronti a rispondere a queste e altre domande sulla carta prepagata moderna e funzionale che aiuta notevolmente gli utenti durante i pagamenti quotidiani, di piccole e grandi somme.

PostePay Evolution permette di effettuare acquisti in tutto il mondo, online oppure nei negozi fisici, presso gli store convenzionati Mastercard. La carta sfrutta il metodo di pagamento più veloce in assoluto, il contactless. Basta avvicinare la propria carta prepagata al POS e non sarà necessario digitare alcun PIN o firmare alcuna ricevuta se la spesa effettuata risulta inferiore o uguale a 25 euro. Inoltre, la carta prepagata funziona come un vero e proprio conto dato che permette lo svolgimento delle principali operazioni bancarie, come l’accredito dello stipendio, i bonifici e la domiciliazione delle utenze. Tante funzionalità, dunque, e una interessante praticità caratterizzano l’evoluzione della PostePay. Ma, quali sono i costi?

PostePay Evolution: costi di attivazione, ricarica e bonifici

La carta PostePay Evolution può essere richiesta da chiunque. Non è richiesto, infatti, il possesso di un conto corrente per attivare la carta prepagata. L’attivazione avviene semplicemente recandosi presso un qualsiasi ufficio postale portando con sé un documento di identità in corso di validità e il codice fiscale. L’intestatario della carta deve essere necessariamente una sola persona maggiorenne (per i minorenni Poste Italiane ha ideato PostePay Junior) che può, però, possedere fino a tre diverse PostePay Evolution.

Effettuando l’attivazione e l’acquisto della Carta, l’addetto allo sportello consegnerà immediatamente l’evoluzione di PostePay già attiva. Il costo di emissione della carta è pari a 5 euro. Si potrà, dunque, utilizzare immediatamente per effettuare fin da subito acquisti online o nei negozi della vostra città che accettano questo tipo di pagamento. Quando il credito all’interno della carta sta per finire occorrerà effettuare una ricarica. Le modalità sono diverse, per accontentare tutte le differenti esigenze. Si può effettuare la ricarica tramite bonifico da conto corrente bancario, recandosi presso gli uffici postali, gli ATM Postamat, le ricevitorie Sisal abilitate o le tabaccherie convenzionate al servizio Banca ITB e per i titolari di conto corrente del Gruppo Banca BPM, utilizzando i siti ufficiali di Poste Italiane, sfruttando le funzionalità dell’App Postepay (anche nella modalità Miniricarica) oppure richiedendo la ricarica attraverso gli ATM Postamat utilizzando una carta di pagamento aderente al circuito internazionale Visa, Visa Electron, Vpay, MasterCard e Maestro. Il costo della ricarica è di 1,00 euro.

Passiamo ora ai bonifici che è possibile effettuare tramite PostePay Evolution. Le commissioni da pagare per un bonifico all’interno dell’Area SEPA in addebito sono pari ad 1,00 euro se viene eseguito da postepay.it oppure attraverso l’App Postepay. Il costo sarà, invece, di 3,50 euro se eseguito da un ufficio postale. Se l’operazione compiuta è un Postagiro, la commissione sarà di 0,50 euro qualora fosse eseguito in un ufficio postale, tramite postepay.it o l’App Postepay.

Infine, per ciò che riguarda i prestiti PostePay Evolution che possono essere richiesti proprio tramite la carta, il costo della rata e il calcolo del preventivo, vi indirizziamo ad un nostro precedente articolo.

Prelievo e costo annuo medio della carta prepagata PostePay Evolution

La comodità di PostePay è il suo utilizzo come se fosse un conto. E’ possibile, dunque, prelevare denaro oltre che procedere con i pagamenti. Vediamo i costi delle varie operazioni. I prelievi risultano gratuiti se effettuati dagli sportelli ATM Postamat, presentano il costo di 1,00 euro se il titolare della carta di reca presso gli uffici postali abilitati, di 2,00 euro se avvengono tramite ATM bancario abilitato, sia in Italia che nei Paesi Europei, e di 5 euro se si utilizza un ATM bancario abilitato nei Paesi non Europei.

Per quanto riguarda i pagamenti, invece sono quasi totalmente gratuiti. Il titolare della PostePay Evolution, infatti, non vedrà applicate commissioni per pagamenti e acquisti effettuati presso uffici postali abilitati (POS), utilizzando POS (Circuito Mastercard/Mastercard PayPass), per le ricariche dei cellulari, se si utilizza il collegamento telematico dai siti internet di Poste Italiane, sfruttando il pagamento tramite POS virtuali (in caso di acquisti presso esercenti online), utilizzando i terminali (POS) di esercenti che aderiscono al circuito Mastercard/Mastercard PayPass, sia in Italia che tramite utilizzo di PostePay Evolution all’estero, presso punti che presentano un dispositivo mobile e carta Postepay Evolution abilitati ai pagamenti.

Un ultimo costo di cui è importante essere informati è il canone annuo medio previsto da Poste Italiane nel momento in cui attiva una carta prepagata PostePay Evolution. Il titolare sarà tenuto a pagare annualmente un canone di 10 euro.