Offerte Surroga Mutuo a Tasso Fisso: le migliori promozioni

Non siete soddisfatti del vostro mutuo? E’ arrivato il momento di conoscere le offerte di surroga del mutuo a tasso fisso proposte dalle banche e dagli istituti di credito in questo periodo. Valuteremo le migliori promozioni a tasso fisso che vi permetteranno di vivere il resto del finanziamento con maggiore tranquillità e, perché no, con tassi di interesse più convenienti. Il fine ultimo di una surroga del mutuo è proprio quello di andare a migliorare le condizioni del proprio piano ipotecario passando da una banca ad un’altra più vantaggiosa. Il cambio di contratto è un’operazione semplice che viene eseguita dalla nuova banca che concederà il mutuo. Scopriamo a chi rivolgersi per migliorare le proprie condizioni di mutuo.

Surroga Mutuo Tasso Fisso BancoPosta, promozioni interessanti e convenienti

Poste Italiane consente agli utenti di richiedere una surroga del mutuo facendo domanda di erogazione di un importo pari al debito residuo del vecchio mutuo che si ha intenzione di surrogare. Si possono chiedere importi superiori a 50 mila euro fino ad arrivare all’80% del valore dell’immobile. I vantaggi di Poste Italiane sono un contratto trasparente e condizioni chiare qualunque sia la fascia di appartenenza dell’importo desiderato.

Tra le condizioni necessarie per procedere con il cambio del mutuo, troviamo un’anzianità di minimo 12 mesi del mutuo originario e una durata prevista che varia tra i 10 e i 30 anni. La possibilità di surrogare il mutuo non richiede alcuna spesa aggiuntiva come stabilito dalle norme vigenti così come non ci saranno costi ulteriori qualora si decidesse di estinguere  o ridurre anticipatamente il debito.

Dalle promozioni proposte periodicamente da Poste Italiane scopriamo l’opportunità per gli utenti di scegliere tra tasso fisso o variabile per un lasso di tempo di 2, 5 o 10 anni. Inoltre, garantendo flessibilità, nel corso degli anni si potrà decidere di passare dal tasso fisso al variabile o viceversa. Procediamo, ora, con un esempio di mutuo a tasso fisso per surrogare 100 mila euro dalla durata di 20 anni. Lo spread applicato potrebbe essere dell’1,60%, con Tan al 3,188% e Taeg al 3,236% per 240 rate mensili da 564,10 euro ciascuna. Per scoprire il preventivo adatto alla propria situazione ipotecaria basterà fissare un appuntamento in un Ufficio Postale (anche attraverso il sito www.poste.it) e procedere con la richiesta.

Trasformamutuo BNL Mutuo Spensierato: l’offerta di banca BNL

BNL annovera tra i suoi prodotti Trasformamutuo, un’interessante opzione che include due prodotti, Mutuo Spensierato e Mutuo Variabile. Esamineremo, oggi, il primo prodotto dato che rientra nelle surroghe a mutuo fisso da noi ricercate. Parliamo di una portabilità del mutuo rivolta a lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti. L’importo minimo finanziabile è di 50 mila euro e non si può superare la richiesta dell’80% del valore dell’immobile. Le attuali promozioni previste dalla banca saranno attive fino al 30 settembre 2022 e prevedono l’applicazione di sconti rispetto alle condizioni solite del contratto di surroga.

Nello specifico, per mutui che richiedono un finanziamento pari o inferiore al 50% del valore dell’immobile si applicano le seguenti condizioni:

  • 1,00% per una durata di 10 anni,
  • 1,40% per una durata di 15 anni,
  • 1,65% per una durata di 20 anni,
  • 1,85% per una durata di 25 anni,
  • 1,90% per una durata di 30 anni.

Se l’importo è compreso tra il 50% e il 65%, invece, le condizioni applicate saranno:

  • 1,20% per una durata di 10 anni,
  • 1,50% per una durata di 15 anni,
  • 1,65% per una durata di 20 anni,
  • 1,85% per una durata di 25 anni,
  • 2,00% per una durata di 30 anni.

Fino all’80%, invece, le condizioni saranno:

  • 1,30% per una durata di 10 anni,
  • 1,55% per una durata di 15 anni,
  • 1,65% per una durata di 20 anni,
  • 1,85% per una durata di 25 anni,
  • 2,10% per una durata di 30 anni.

Mutuo Domus Intesa Sanpaolo per la surroga del mutuo a tasso fisso

Un ultima offerta che presenteremo nel nostro articolo è Mutuo Domus di Intesa Sanpaolo. La promessa è di condizioni più vantaggiose rispetto al vecchio mutuo, con la scelta di una nuova durata del rimborso legata alle proprie esigenze e la possibilità di procedere con la sospensione dei pagamenti fino a sei mesi consecutivi per tre volte. La durata massima del mutuo è di 30 anni, l’importo richiedibile arriva fino al 95% del valore dell’immobile e le quietanze di pagamento saranno sempre disponibili all’interno del sito online della banca, www.intesasanpaolo.com.

Scegliendo il tasso fisso, l’importo e il tasso di interesse applicato rimarranno uguali dall’erogazione del mutuo fino alla fine del rimborso. Esiste, però, la possibilità di decidere, ogni 3 o 5 anni, la tipologia di tasso che si vorrà applicare al periodo successivo (continuare con il fisso o passare al variabile). Inoltre, il cliente potrà decidere se bloccare una parte del finanziamento con il tasso fisso (il 70%, il 60% o il 50%) e applicare il tasso variabile alla parte restante (30%, 40% o 50%). Concludiamo con un esempio di Mutuo Domus Fisso per surrogare 100 mila euro per 20 anni. Le 240 rate mensili avranno un importo di 487,16 euro con Tan fisso al 1,60% e Taeg al 1,711%.