Fondi Europei Regione Lazio per giovani imprenditori: bandi aperti 2022

Vediamo quali sono i fondi europei della Regione Lazio destinati ai giovani imprenditori, con i bandi disponibili nell’anno 2022, requisiti necessari e le informazioni su come candidarsi.

Il programma dell’Unione Europea, volto ad incrementare l’occupazione e l’introduzione dei giovani al mondo del mercato del lavoro, prevede la possibilità di poter usufruire di fondi europei per finanziare progetti nel campo dell’imprenditoria o per avere un’adeguata preparazione. Spetta alle singole regioni, ai comuni e alle province la gestione della distribuzione delle sovvenzioni che avviene attraverso l’emissione di bandi. In questo articolo vi informeremo su alcuni dei bandi aperti in questo 2022 ripartiti dalla Regione Lazio.

Fondi europei della Regione Lazio: nuovi progetti pronti a prendere vita

Tra i finanziamenti europei destinati alla regione Lazio scopriamo quelli il cui scopo è favorire l’imprenditorialità giovanile. Un bando aperto destinato all’agevolazione della creazione di una impresa, tramite finanziamento a tasso 0 fino a 50mila euro, prevede la presenza di almeno un socio al 51% che abbia meno di 30 anni e che sia disoccupato. L’assenza di un posto di lavoro, nessun percorso di studio attivo e una costruzione dell’impresa da zero sono i requisiti necessari per richiedere il finanziamento.

Il fondo europeo dovrà servire per acquistare attrezzature, arredi, hardware e software oppure per ristrutturazioni edili e per effettuare il pagamento di un eventuale affitto di locali durante il primo anno. Inoltre, una parte dei 50mila euro potrà essere usata per pagare lo stipendio dei collaboratori  per i primi 12 mesi. E’ prevista una durata del finanziamento pari a 7 anni con il pagamento della prima rata dopo 6 mesi.

Un bando di prossima apertura volto al conseguimento di qualifiche professionali per giovani e disoccupati nel mondo dell’impresa artigianale è denominato “MESTIERI – Work experience e sperimentazione di strumenti e metodologie per la valorizzazione delle imprese artigiane e il recupero dei mestieri tradizionali del Lazio”. Attraverso i fondi europei si creeranno percorsi formativi ai quali potranno partecipare giovani e adulti disoccupati e inoccupati. E’ prevista formazione in aula, stage formativo all’interno di imprese artigiane e di piccole/medie imprese e attività di consulenza individuale per ogni singolo partecipante.

Una seconda linea di formazione prevede percorsi formativi destinati ai titolari di imprese artigiane. Anche in questo caso è prevista formazione in aula o individuale e moduli specifici che daranno una preparazione adeguata sulle metodologie innovative come le tecniche di coaching, coworking e fablab. Sul sito della Regione Lazio, nel momento in cui l’apertura del bando sarà ufficiale, potranno essere inoltrate le domande.

Bando Erasmus for Young Entrepreneurs Regione Lazio

I giovani imprenditori possono approfittare di un’opportunità lavorativa unica. Parliamo del bando Erasmus, un programma di scambio transfrontaliero che permette ai giovani imprenditori di apprendere il maggior numero di informazioni e conoscenze direttamente da affermati professionisti che gestiscono piccole o medie imprese in un altro Paese. L’imprenditore esperto accoglierà il nuovo imprenditore nella propria sede di lavoro per uno scambio di esperienze che daranno, ad entrambi, una nuova visione del proprio lavoro.

Il periodo di collaborazione dura da 1 a sei mesi e il soggiorno è cofinanziato dalla Commissione Europea. La presentazione della propria candidatura avviene direttamente online, accedendo al sito dedicato all’Erasmus for Young Entrepreneurs.

Un ulteriore programma aperto, visto come un impegno da parte dell’UE nel garantire un’offerta qualitativamente valida ai giovani al di sotto dei 25 anni, è “la garanzia per i giovani”. Si tratta di servizi che possano sostenere sia lo sviluppo che il perfezionamento delle attitudini imprenditoriali di giovani dai 18 ai 29 anni. Lo scopo è far acquisire una corretta formazione che aiuti nella progettazione della propria idea imprenditoriale in modo tale da poter accedere, poi, a strumenti finanziari di accesso al credito o al Fondo SELFIEmployment supportati da un tutor che dia assistenza nella gestione amministrativa, legale e finanziaria.​

Il Bando SELFIEmployment consentirà l’accesso a finanziamenti agevolati. E’ rivolto al NEET, giovane tra 18 e 29 anni senza lavoro, che non studia né segue un qualsiasi percorso di formazione professionale. Requisito indispensabile è, inoltre, una forte propensione al lavoro autonomo e alle dinamiche imprenditoriali. Per partecipare al bando occorre registrarsi a Garanzia Giovani, partecipare ai corsi di supporto e creare il proprio bussiness plan. L’ultimo atto è inviare la domanda di finanziamento, telematicamente attraverso il sito di Garanzia Giovani.

L’Europa mette a disposizione risorse e programmi per cercare di incrementare il lavoro per i giovani. Attraverso sovvenzioni, prestiti o garanzie permette il finanziamento di progetti a prima vista difficili da realizzare. Occorre tenersi sempre aggiornati sui fondi europei a disposizione e scegliere quello adatto al proprio progetto di vita.