Come investire soldi in Posta nel 2022: conviene ed è sicuro?

Investire soldi in posta nel 2022 conviene ed è sicuro? Cercheremo di rispondere al quesito valutando le possibilità di investire i propri soldi offerte da Poste Italiane, la società che si occupa principalmente della gestione del servizio postale nella nostra penisola ma che risulta operativa anche all’interno dei settori finanziari, assicurativi e della telefonia mobile.

Proteggere i propri risparmi è diventata priorità per molti italiani che ricercano modalità di investimenti che tutelino i propri soldi facendoli crescere contemporaneamente. Nella maggior parte dei casi non si parla di guadagni elevati e di grosse remunerazioni, ma di piccole aggiunte alla somma versata inizialmente che nel tempo regalano qualche soddisfazione. Poste Italiane si tiene al passo con i tempi ideando nuove formule di investimento sicure ed affidabili dedicate ai propri clienti risparmiatori. Scopriamo quali sono e se sono caratterizzate, oltre che dalla sicurezza, dalla convenienza.

Investire soldi in Posta nel 2022: come fare all’insegna della sicurezza

Puntando alla sicurezza occorre citare come prima fonte di investimento il noto Buono Fruttifero Postale. Parliamo di una soluzione ideata molti anni fa ma che continua ad essere apprezzata dagli italiani. L’assenza di costi, di commissioni di collocamento, di gestione e rimborso e la presenza di una tassazione agevolata  al 12,50% sono i principali vantaggi dei BFP affiancati dalla possibilità di richiedere in ogni momento il rimborso del capitale investito e dalla facilità di sottoscrizione.

Uno dei punti di forza è proprio la sicurezza dato che sono emessi da Cassa depositi e prestiti S.p.A. e garantiti dallo Stato italiano. I rendimenti, di contro, sono bassi (se non irrisori per i BFP a 18 mesi), vanno dallo 0,40% fino al 2% dei Buoni intestati ai minori. I BFP risultano, dunque, essere un ottimo investimento per coloro che desiderano tutelare i risparmi, tenerli al sicuro, senza pretendere guadagni elevati.

Un investimento equilibrato e sicuro in Posta è, poi, Postevita Soluzione EquilibrioIl premio viene ripartito al 50% tra la Gestione Separata Posta ValorePiù (che garantisce la sicurezza della rivalutazione annuale del capitale) e al 50% sul Fondo Interno Poste Vita Soluzione Equilibrio (in modo tale da cogliere le opportunità di investimento dei mercati finanziari). La sottoscrizione può avvenire partendo da 500 euro, senza alcun costo di avvio della pratica. Il rendimento trattenuto dalla gestione separata risulta pari all’1,10%, le commissioni per la gestione del fondo interno sono dell’1,25% mentre la commissione della Gestione di Massima degli OICR Sottostanti è pari all”1%. L’obiettivo richiesto a chi sceglie questo tipo di investimento è di ottenere una crescita del capitale investito tramite una gestione flessibile e diversificata degli investimenti. Come garanzia aggiuntiva troviamo l’incremento del valore del contratto per tutte e due le componenti dell’investimento in caso di decesso dell’assicurato a partire dal secondo anno assicurativo in poi.

Conviene investire soldi in Posta? E’ sicuro?

Finora abbiamo mostrato il lato della sicurezza degli investimenti in Posta che potrebbe essere ulteriormente incrementato aggiungendo altri prodotti offerti da Poste Italiane come i fondi, le obbligazioni e i libretti di risparmio. La convenienza, però, in questo tipo di investimenti riguarda la tutela dei risparmi ma non l’incremento dei soldi dato che i rendimenti sono decisamente bassi. Per ottenere guadagni più elevati occorre minare la sicurezza e aumentare i rischi, scegliendo prodotti innovativi come BancoPosta Orizzonte Reddito definito sul sito di Poste Italiane “l’investimento che allarga gli orizzonti”.

Si tratta di un fondo flessibile che investe nelle potenzialità di crescita dei mercati globali, che presenta un limite di rischio specifico espresso con una volatilità annua massima pari a 9% e che prevede una classe a distribuzione di un provento annuale che si pone l’obiettivo di distribuzione equivalente al rendimento dell’indice EURIBOR 3M, con una maggiorazione del 2% del valore della quota di Classe D nella fase iniziale di ogni periodo di riferimento. E’ una soluzione di investimento più complessa, più rischiosa ma più conveniente dal punto di vista dei guadagni. Si ha, poi, il vantaggio di essere sostenuti nelle proprie decisioni da professionisti esperti che sanno leggere i mercati per cogliere le migliori opportunità, considerando continuamente i fattori di rischio che potrebbero influenzare in maniera negativa il proprio investimento.

In conclusione, decidendo di investire i soldi in Posta nel 2022 si ha la possibilità di scegliere l’investimento più appropriato in base alle proprie esigenze e ai propri obiettivi, ricercando sia sicurezza che convenienza.