Quotazione Terna 2020: prezzo azioni in tempo reale, previsioni e analisi del valore storico

Terna Rete Elettrica Nazionale è uno dei principali operatori europei di reti per la trasmissione dell’energia. La società è quotata in borsa dal 2004 e si presenta come un’eccellenza italiana che gestisce sapientemente la rete di trasmissione in alta tensione tra le più moderne e tecnologiche in Europa. Terna è un attore centrale nella trasformazione del mercato elettrico verso fonti eco-compatibili soddisfacendo il 35% del fabbisogno italiano coperto da energie rinnovabili.

La società gestisce 74.442 km di linee dell’alta tensione, 25 linee di interconnessione con l’estero e annovera più di 4 mila dipendenti nel suo entourage. La posizione da protagonista sul mercato lascia pensare ad una elevata quotazione in Borsa e ad un interessante valore delle azioni per un investitore. Il ruolo centrale nella transizione energetica, l’alta capacità di gestione del dispacciamento, l’attenzione costante e crescente verso la sostenibilità sono tutti fattori che agli occhi degli investitori vengono visti come fonte di un possibile guadagno. Terna rappresenta una solidità finanziaria, una bassa rischiosità, un modello di business sempre più sostenibile e una generosa politica dei dividendi. Per questi aspetti, che andremo ad approfondire per effettuare delle previsioni sul valore futuro delle azioni, la società è vista come un ottimo investimento. Scopriamo, allora, qual è la quotazione in tempo reale e cosa si evince dall’analisi del valore storico dell’andamento prima di passare alle previsioni future.

Quotazione Terna in tempo reale: prezzo e analisi del valore storico

Le azioni Terna sono quotate sulla Borsa di Milano e il gruppo fa parte dell’indice borsistico italiano FTSE MIB, dettaglio che rende il titolo particolarmente interessante per gli investitori che desiderano speculare sia nel medio e lungo termine sia attraverso i CFD. Per compiere la scelta giusta di investimento occorre conoscere approfonditamente la società, approfondendo i punti di forza e le debolezze, e la quotazione in Borsa. Inizieremo proprio da quest’ultimo aspetto per capire il valore attuale e nel tempo di Terna Rete Elettrica Nazionale. Il prezzo delle azioni in tempo reale (dati reperibili nel momento in cui l’articolo viene scritto) è di 6,111 euro con un incremento dello 0,50% rispetto la chiusura precedente. Una partenza promettente è stata seguita da momenti statici e la chiusura non ha mantenuto il picco più alto della giornata. Osservando il titolo con il FTSE MIB su base settimanale si nota, comunque, la maggiore forza relativa di Terna rispetto all’indice, fattore che alimenta la voglia per gli investitori di acquistare le azioni. L’area di rialzo della resistenza si attesta su 6.342, la volatilità giornaliera è di 1.154 mentre il Value at risk è di 2,683. Parliamo, dunque, di una volatilità giornaliera abbastanza equilibrata così come costanti rimangono i volumi anche se è possibile notare, in alcune sedute, un aumento della media mobile dei volumi dell’ultimo mese. Per quanto riguarda la rischiosità, è possibile affermare come gli investitori non amanti del rischio vedano nelle azioni Terna un interessante modo per ampliare il proprio portafoglio finanziario dato che l’andamento non segnala movimenti repentini e violenti del titoli. Il profilo basso di rischio è legato ad una struttura patrimoniale e finanziaria solida. Basti pensare che dall’IPO il titolo ha registrato un ritorno complessivo per gli azionisti di circa il 559% verso la fine del 2018.

L’analisi del valore storico ci porta, poi, a studiare l’andamento nel tempo delle azioni Terna per capire se il titolo vive un momentaneo periodo favorevole e se in passato è stato soggetto a particolari violente oscillazioni. Analizzando i grafici si legge un rialzo deciso nei cinque anni precedenti al 2020. Nell’agosto del 2015, per esempio, il valore del titolo si attestava sui 4,12 euro. Mese dopo mese la quotazione ha acquistato punteggio fino a toccare la punta dei 5,00 euro in vari momenti del 2017 e del 2018 fino a rimanere costante sopra tale cifra nel corso del 2019. Il 2020, poi, è iniziato con il raggiungimento di picchi più elevati che hanno portato le azioni ad un prezzo di 6,67 euro il 17 febbraio dell’anno corrente per poi continuare con ribassi di pochi punti percentuali. L’analisi del valore storico, dunque, porta a constatare un andamento in costante crescita, privo di oscillazioni violente, condizione che conferma l’appetibilità del titolo per gli investitori poco propensi al rischi anche se questo significa guadagni meno elevati.

Aver chiaro l’andamento nel tempo del valore delle azioni Terna Rete Elettrica Nazionale e conoscere la quotazione in tempo reale consentirà di studiare un accurato piano di investimento ma non sarà sufficiente. Per riuscire a rendere la propria speculazione veramente proficua occorrerà conoscere i punti di forza e le debolezze della società per capire come i mercati e gli eventi del mondo potrebbero influenzare il prezzo delle azioni e avere in mano la chiave giusta per fare trading sulle azioni Terna.

Previsioni sulla quotazione delle Azioni Terna 2020

Per effettuare previsioni il più accurate possibile sul possibile andamento futuro del prezzo delle azioni della società Terna Rete Elettrica Nazionale è necessario “studiare” meglio l’azienda e le caratteristiche del titolo. L’investitore dovrà, innanzitutto, seguire con attenzione tutte le operazioni condotte dall’azienda per assicurarsi un solido futuro non solo in Europa ma anche al di fuori del nostro continente, arrivando ad espandersi in Asia, Africa o in altre regioni del mondo. L’intento da parte della società c’è, è una sfida da vincere e qualora succedesse il valore delle azioni potrebbe salire notevolmente. Un altro aspetto da considerare per ipotizzare previsioni su rialzi o ribassi del titolo riguarda tutti gli investimenti destinati alla creazione o all’acquisto di unità di produzione dell’energia che farebbero diventare Terna un’azienda ancora più forte nel settore e con una eccellente integrazione verticale. Un successivo indicatore da considerare per contrattare sulla quotazione delle azioni riguarda la domanda di elettricità che proverrà soprattutto dall’Italia perché tale richiesta determinerà il livello delle prestazioni che la società fornirà nel futuro.

Nello stesso tempo occorrerà tener conto dell’evoluzione del prezzo dell’elettricità considerando che potremmo assistere ad un calo che comporterebbe un impatto negativo sui margini di profitto di Terna Rete Elettrica Nazionale e dunque una diminuzione del valore delle quotazioni. Per capire come si muoveranno i consumi dell’elettricità bisognerà avanzare considerazioni sulla salute economica europea e sulla situazione economica italiana e di come queste influiscano sulla domanda di trasporto dell’elettricità e sul budget destinato alla costruzione della rete di trasporto stessa e della sua espansione. L’investitore, poi, dovrà valutare anche la politica governativa dell’Italia e degli altri paesi europei e cercare di intuire come inciderà sullo sviluppo di Terna.

Sono molte, dunque, le considerazioni di cui tener conto prima di formulare una previsione su un possibile rialzo o ribasso delle azioni della società. Per capire, poi, se Terna ha gli strumenti per continuare una escalation nella Borsa di Milano è bene conoscere i punti di forza e le debolezze della società, strumenti da utilizzare per comprendere meglio come il titolo possa comportarsi nei mesi e negli anni che verranno. Uno dei principali vantaggi di Terna è la dimensione dell’azienda volta a sottolineare l’efficienza e la grandezza nel settore di appartenenza. E’ protagonista non solo in Italia ma anche a livello europeo per il trasporto dell’elettricità. Terna si pone, infatti, tra i primi operatori di rete di trasporto in Europa e come una tra le più grandi e potenti aziende al mondo nel settore. Questa grandezza si ripercuote positivamente sulla popolarità e sulla reputazione della società con la conseguenza che gli investitori si sentono rassicurati e la tesi rialzista viene favorita.

Un altro punto di forza della società prende come riferimento i risultati raggiunti negli ultimi anni. Terna ha concluso molte operazioni stabili ed ha mostrato una tendenza alla crescita ma ha anche stabilito partnership forti e solide. Alcune alleanze strategiche hanno determinato rialzi in borsa e tattiche simili potrebbero essere usate in un futuro aumentando i profitti per gli investitori nelle azioni della società. Terna è diventata partner del gruppo francese Engie vantando la partecipazione alle due prime centrali elettriche a gas naturale, e di un’altra azienda francese, Alstom, che consente a Terna di ottenere rapidi risultati in termini di conformità ai cambiamenti di regolamentazione locale sull’elettricità. Seguendo le notizie in relazione a future partnership, l’investitore potrà ipotizzare rialzi del valore delle azioni dell’azienda e ottenere interessanti profitti con i CFD.

La soddisfazione per i punti di forza della società non deve far allontanare gli investitori dalle debolezze dell’azienda che potrebbero portare ad un ribasso del valore della quotazione del titolo. Parliamo del mancato interesse, per ora, di puntare all’espansione oltre-Europa. Le attività si mantengono molto concentrate sull’Italia e limitatamente sul continente europeo mentre le quote internazionali sono decisamente poco interessanti (ribadiamo per ora). Una crisi settoriale europea porrebbe in grande difficoltà l’azienda e questo è un dato di cui tenere conto per ipotizzare previsioni future. In più, non disponendo di una unità di produzione di energia propria, Terna dipende molto dalle imprese produttrici di elettricità presentandosi come un fornitore di servizi e intermediario per la consegna dell’elettricità.

Tenendo conto di tutte le considerazioni avanzate, dei punti di forza e delle debolezze della società, della quotazione in tempo reale e dell’andamento nel tempo del valore del titolo sarà possibile ipotizzare previsioni personali sul futuro dell’azienda e decidere, così, la strada da far intraprendere all’investimento.