Quotazione Oro 24 Carati: prezzo Sole 24 Ore e valutazione in tempo reale

Apriremo il sipario sulla quotazione dell’oro 24 carati per scoprire la valutazione in tempo reale, il prezzo stabilito dal Sole 24 Ore e le previsioni future.

L’oro 24 carati è oro puro in quanto presenta 999,9 grammi di oro su 1000 grammi di leghe totali. E’ un bene di investimento per eccellenza dato che è considerato il bene rifugio dalle più alte potenzialità di guadagno. La quotazione varia nel tempo in base alle dinamiche economiche e finanziarie, l’andamento presenta alti e ribassi, ma l’oro 24 K resta comunque uno degli investimenti preferiti dai trader. Tra le caratteristiche che più apprezzano gli investitori di tutto il mondo troviamo l’indistruttibilità, l’alta portabilità, la facile definizione del suo valore e l’accettabilità come forma di pagamento. Inoltre, il valore dell’oro cresce in tempi di stabilità e resiste in tempi di crisi. Nessun altro bene, quale diamanti, argento, titoli di Stato e valute, riesce ad attrarre nella stessa maniera dell’oro puro, che oggi, come nell’epoca del Klondike è ricercato da un numero elevato di persone. Cerchiamo di capire perché approfondendo la valutazione in tempo reale.

Quotazione dell’oro 24 carati in tempo reale: prezzo del Sole 24 Ore

Per scoprire la valutazione in tempo reale dell’oro 24 K possiamo fare riferimento ai prezzi riportati dal Sole 24 Ore nella pagina dedicata alla “Finanza e Mercati”. La quotazione indicata è sia in euro che in dollari con riferimento, rispettivamente, ai grammi e all’oncia. Nello specifico, nel momento in cui l’articolo viene scritto, il prezzo dell’oro è di 34,57 euro al grammo e di 1248,06 dollari ad oncia. Analizzeremo nel dettaglio la quotazione in euro che presenta una variazione del 0,15% in positivo rispetto alla chiusura precedente. Cosa ci dice questo prezzo?

Ad un primo sguardo, acquistare oro sembra fare un passo verso la difesa del proprio denaro dall’inflazione. L’associazione tra oro 24 K e inflazione viene spesso analizzata dagli investitori per riuscire a capire come meglio muoversi nel mondo finanziario e spesso, il bene rifugio per eccellenza si è presentato come ottima assicurazione contro l’inflazione. In realtà, il rapporto è altalenante e, nel corso degli anni, si è assistito ad un’alta volatilità dell’oro che ha comportato rischi maggiori e guadagni minori e lunghi periodi in cui il bene ha sottoperformato l’inflazione, con crescita del costo della vita contro una perdita del valore del metallo giallo.

Valutando il valore storico dell’oro e il prezzo attuale, comunque, si nota come il valore del bene rifugio riesca a rimanere stabile nel tempo al contrario delle valute nazionali soggette a notevoli oscillazioni. Questo perché non è legato direttamente alle politiche economiche appartenenti ad ogni singolo Paese e non si può congelare come altri beni. Infatti, banche centrali,  governi e altre istituzioni ufficiali conservano un quarto del totale dell’oro esistente come riserva monetaria internazionale. Più che i singoli Paesi, dunque, sono l’instabilità geopolitica mondiale e l’inflazione a determinare il prezzo dell’oro. I grafici mostrano un su e giù della curva che indica il prezzo negli anni del metallo giallo, con periodi di ribassi come nel 2014 e momenti di crescita come nel 2016. Spesso anche nello stesso anno si è assistito a ribassi e rialzi, il 2017 ne è un esempio, fino a raggiungere nel 2018 un prezzo di poco superiore ai 35 euro al grammo. Da cosa dipende nel dettaglio la quotazione?

Capiamo meglio la valutazione dell’oro 24 K

L’oro come bene rifugio dal valore stabile nel tempo e resistente alle turbolenze dei mercati è un bene di investimento apprezzato e ricercato da molti investitori. Per decidere se optare o meno per un investimento del genere, è consigliabile conoscere le dinamiche che influiscono sul valore del metallo giallo per essere certi di mettere al riparo il proprio denaro nel migliore dei modi, sia nel medio che nel lungo periodo.

Un primo fattore che influenza il prezzo dell’oro 24 K è la precedentemente citata instabilità geopolitica e finanziaria globale. Ad una maggiore instabilità corrisponderà un valore del metallo più elevato. Questo perché in periodi di crisi e dubbi, gli investitori decidono di mettersi al sicuro puntando su un investimento sicuro come il bene rifugio per eccellenza. Tensioni, ostilità, crisi petrolifere sono motivo di crescita del prezzo e di variazione diretta sulla quotazione dell’oro.

Un altro fattore da valutare nel momento in cui si decide di investire in oro è il valore del dollaro statunitense. E’ un rapporto inversamente proporzionale. Più il prezzo del dollaro scende, più quello del bene rifugio sale. Gli analisti sono, dunque, giunti alla conclusione che la quotazione dell’oro è legata alle decisioni della Banca Centrale degli Stati Uniti d’America, la Federal Reserve. Il rapporto già visto prima con l’inflazione, poi, comporta un aumento o ribasso del valore in base al costo della vita e alle necessità delle persone da cui dipenderà direttamente anche la connessione con la domanda e l’offerta. In questo caso il rapporto è direttamente proporzionale, ad una maggiore domanda seguirà un aumento del prezzo dell’oro 24 K.

Seguire costantemente le quotazioni del bene rifugio per eccellenza deve essere priorità per un investitore per poter scegliere il momento giusto per investire in oro, ma quali sono le strade da seguire qualora si decidesse di proseguire con l’investimento?

Come investire nell’oro 24 carati

Parlando di oro 24 carati e dunque di oro puro, occorre specificare come non si parli dei gioielli sfoggiati con eleganza da donne e uomini di tutto il mondo, nati da leghe di oro e altri metalli. I 24 carati indicano il 100% di oro puro, caratteristica impossibile da trovare addosso anche alla più sofisticata delle donne, e una finezza assoluta, espressa in millesimi. Di conseguenza, l’unità di misura è in base 1000. L’oro puro, dunque, ha 999,9 parti di oro calcolando la minima ed inevitabile presenza di impurità che impediscono una composizione di 1000 parti su 1000.

Inoltre, un’altra puntualizzazione permette di diversificare le strade possibili per investire in oro delineando l’area dell’oro fisico e quella dell’oro finanziario.

Nell’area dell’oro fisico, avendo già escluso dalla nostra possibilità di investimento gioielli, collane e anelli, rientrano monete e lingotti. Le monete d’oro vengono valutate in base all’effettiva presenza di oro all’interno della moneta in grammi, al prezzo dell’oro attuale e allo spread, cioè al costo applicato dal venditore per ottenere un guadagno. Non tutte le monete d’oro sono pure al 999,9, perciò in caso di investimento in monete d’oro è consigliabile controllare approfonditamente il valore reale. Ricordiamo, a questo proposito, che 900 millesimi non equivalgono a oro puro. Inoltre, è importante diversificare le monete da investimento da quelle da collezione se si desidera arrivare ad un rendimento elevato. La numismatica rientra in un altro ambito che non è compreso nel nostro approfondimento sulla valutazione dell’oro 24 carati di oggi.

Più semplice, probabilmente, è reperire lingotti d’oro da 24 K. Ne esistono di varie grandezze e di differente peso, da pochi grammi a 12 chili. Una interessante curiosità sottolineata dal Sole 24 Ore è che il valore al grammo del lingotto è inversamente proporzionale al suo peso. Significa che il costo di 1000 lingotti da un grammo è maggiore rispetto al costo di un unico lingotto da un chilo a causa dei costi di produzione.

Un altro modo per far fruttare la quotazione in tempo reale dell’oro 24 K ci introduce nell’area dell’investimento in oro finanziario. Non si tratta di un acquisto reale ma di investire sul prezzo dell’oro stesso, puntando al rialzo o al ribasso in base a quanto suggerisce il mercato. E’ un investimento comodo, veloce ma con gli stessi rischi dell’oro fisico. Gli strumenti più utilizzati dai trader sono gli ETC, ETF e CFD sull’oro, fondi di investimento che replicano l’andamento del prezzo dell’oro in maniera quasi perfetta. Il guadagno si otterrà qualora si verifichi la previsione di aumento o diminuzione del valore del bene rifugio per eccellenza. Questo ci fa capire come qualunque sia la strada scelta per investire in oro è di fondamentale importanza conoscere la quotazione del metallo giallo in tempo reale e seguire le variazioni nel tempo.

Previsioni future degli analisti lasciano pensare che la stabilità che ha finora caratterizzato l’andamento nel tempo dell’oro sarà protagonista anche nei prossimi anni e che investire in questo bene rifugio resterà sempre un’ottima decisione. L’evoluzione non è sicura, naturalmente, le variabili sono diverse e in molti si domandano se l’oro riuscirà a superare le attese come già successo lo scorso anno e in anni precedenti quando il bene rifugio ha dovuto affrontare eventi come l’insediamento di Donald Trump, i tassi di interessi sempre più elevati e le minacce missilistiche della Corea del Nord. Rischi, incertezze e conflitti hanno caratterizzato anche i primi sei mesi del 2018 facendo dubitare delle ipotesi di alcuni analisti che hanno previsto un aumento del prezzo dell’oro fino a 1.400 dollari ad oncia per fine anno.