Quotazione Alluminio Usato 2020: prezzo al Kg, come vendere e comprare alluminio al miglior prezzo

L’alluminio usato rientra tra i metalli scambiati sui mercati finanziari con relativa quotazione, nello specifico nel mercato delle materie prime. Parliamo di risorse naturali di rilevante significato per le industrie dato che vengono trasformate in prodotti finiti o semilavorati. L’utilità dell’alluminio risiede nelle ottime capacità fisico-chimiche della materia prima e il maggior produttore al mondo risulta essere la Cina. Negli ultimi tempi si è assistito ad una diminuzione della domanda interna e globale nonostante il bisogno della materia sia in costante crescita a causa di una spropositata produttività dovuta ai livelli elevati raggiunti dalla capacità produttiva. Di conseguenza il prezzo dell’alluminio è sceso ma questo non è un problema per gli investitori che agiscono attraverso il trading online e che possono puntare al rialzo o al ribasso. Il quadro generale non consente di comprendere il valore dell’alluminio usato oggi, nel 2020. Approfondiremo l’argomento, dunque, scoprendo qual è la quotazione della materia prima, il prezzo al chilo per poi capire come vendere e comprare alluminio al miglior prezzo.

Quotazione e prezzo al kg dell’alluminio usato nel 2020

L’alluminio risulta essere tra le materie prime preferite degli investitori dopo l’oro, l’argento e il petrolio. Un vantaggio del materiale è la disponibilità illimitata per l’uomo che non avrà problemi nel lasciare alle generazioni future il suo utilizzo. Oggi viene effettuato il riciclaggio dell’alluminio che consente di risparmiare il 95% dell’energia necessaria per poter creare alluminio vergine. L’alluminio si trova nelle lattine, nei radiatori, nei cavi e fili elettrici, in imballaggi e vari tipi di rottami. Essendo un materiale molto utilizzato nelle industrie per l’elevata conduttività di elettricità e di calore e per la capacità di formare leghe dalle elevate capacità meccaniche ne è stato prodotto in quantità andando, però, a superare la domanda interna e causando un calo del prezzo intorno al 2015. Una piccola inversione rialzista si è notata nel 2019, anno in cui è nuovamente aumentata l’attenzione degli investitori sulla materia prima. Ora, nel 2020, qual è la quotazione?

Non esiste un unico mercato di riferimento per la quotazione dell’alluminio usato. Sono, infatti, ben tre i mercati da prendere in considerazione, ossia il mercato statunitense (nymex di New York), il mercato Tocom di Tokyo e il mercato dell’alluminio Ime del London Metal Exchange o Ime aluminium della Borsa di Londra considerato il più grande mercato dei metalli nel mondo. In questo ultimo mercato citato, poi, troviamo il mercato primario High Grade dove l’alluminio raggiunge una purezza del 99,7%. Ogni quotazione è stabilita in dollari Usa alla libbra. Una libbra è pari a 453,59 grammi, poco meno di mezzo kg. Per questo motivo, per conoscere la quotazione dell’alluminio usato in chili sarà necessario utilizzare un apposito convertitore che permetta di trasformare le libbre in chili. Volendo conoscere la quotazione della materia prima in euro occorrerà procedere anche con la conversione dei dollari in euro per stabilire la quotazione in euro al kg.

La quotazione dell’alluminio il 3 gennaio 2020 nel mercato LME si è attestata a 1.578,17 euro a tonnellata mentre il prezzo nei cavi è di 2.470,49 euro a tonnellata, quindi 2,470 euro al chilo. I dati forniti gratuitamente dal mercato in questione consentono di avere una trasparenza sull’andamento dei costi sulle materie prime di fondamentale importanza per gli operatori del settore. La quotazione dell’alluminio presenta oscillazioni costanti maggiori rispetto ad altri importanti metalli e risulta completamente affidata al singolo compratore del rottame di alluminio usato oppure riciclato che può stabilire il prezzo di sua volontà. Conoscendo il valore stabilito dai tre mercati citati sarà possibile evitare truffe e raggiri legati alla vendita e all’acquisto della materia prima e scegliere, tra le varie proposte di diversi compratori, l’opzione con la valutazione maggiore. La presenza di oscillazioni continue all’interno di uno stesso anno si nota facilmente dallo studio dei grafici relativi all’andamento dell’alluminio a partire dal 2011, anno in cui la materia prima ha subito un crollo dei prezzi. Negli anni successivi si è faticosamente ripresa subendo, comunque, altri ribassi che non permettono di stabilire una tendenza completamente rialzista del materiale nel 2020.

Avendo accertato l’assenza di una quotazione precisa da prendere in considerazione per vendere e acquistare l’alluminio usato è consigliabile, oltre ad analizzare i mercati della materia prima, contattare più compratori oppure vendere il materiale al migliore offerente. In questo modo si potrà comprare o vendere al miglior prezzo e, in molti casi, non sarà neanche necessario uscire di casa. Sul web, infatti, è possibile contattare direttamente acquirenti e venditori che propongono prezzi competitivi. Un portale è, per esempio, www.ecometalli.com in cui professionisti del commercio di rifiuti industriali speciali tra cui l’allumino propongono attività di recupero dei materiali con conseguente necessità di acquisto. Tra i servizi troviamo il ritiro porta a porta dei rottami di alluminio in specifiche regioni e province dell’Italia, tra cui Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto e Toscana. Tale servizio è gratuito e il pagamento dell’alluminio avverrà in contanti al momento del ritiro del materiale. Per quanto riguarda il prezzo, sul portale di legge come la proposta di acquisto sia in linea con le migliori offerte del mercato. A conferma di questa affermazione troviamo un diagramma dei rilievi per il valore dei mercati globali per il metallo.

Un secondo portale da visitare è www.borsinorifiuti.com in cui si può consultare il listino dei prezzi di molti materiali tra cui l’alluminio. Considerato come rifiuto da riciclare il prezzo è fissato a 475,00 euro a tonnellata, 0,47 euro al chilo. La quotazione è indicativa e si riferisce alla situazione media di mercato, modificabile in qualsiasi momento. Tutti i valori sono comunque rilevati attraverso i dati messi a disposizione dalle borse nazionali ed internazionali, il mercato statunitense, Tocom di Tokyo e LME nel caso dell’alluminio, oppure tramite le statistiche di mercato effettuate da Seller e Buyer. Il sito www.comprorottami.com è un altro portale di riferimento a cui vendere l’alluminio in proprio possesso. Il servizio offerto è di valutazione sul posto del materiale con l’adattamento continuo della quotazione ai dati del mercato. E’ possibile vendere profili sporchi, profili puliti, spezzoni, serramenti, lamiere, e molto alto e trarre vantaggio dalla trattativa.

I portali citati e altri sul web offrono l’opportunità di vendere l’alluminio ad un prezzo ottimale. L’importante è saper identificare le offerte convenienti e sicure e il miglior modo per procedere è quello di comparare le varie offerte e optare, poi, per la proposta considerata come la migliore dopo aver comunque analizzato la situazione sui mercati finanziari di riferimento. Ma qual è il modo migliore per comprare al miglior prezzo nel 2020?

Come comprare (e vendere) alluminio usato al miglior prezzo nel 2020

Dopo aver conosciuto alcuni siti che propongono l’acquisto di alluminio usato passiamo ad approfondire i metodi per comprare tale materiale. Il portale www.comprorame.it non propone solamente l’acquisto dell’alluminio usato adattandosi alle quotazioni di mercato ma vende la materia prima pulita, lavorata nella fonderia e trasformata in nuovi prodotti in alluminio. Così come questo portale, altri siti si rendono disponibili alla vendita di alluminio usato da utilizzare, poi, riciclato per procedere, poi, con una vendita o con l’utilizzo nella propria industria.

Questo metodo per comprare il materiale può essere utile per aziende che si muovono nel settore ma non è il metodo più indicato per chi desidera investire in alluminio. Affinché l’investimento sia realmente efficace, infatti, occorrerebbe procedere all’acquisto di chili e chili della materia prima con un’uscita di denaro decisamente elevata. E’ consigliabile, dunque, procedere su una strada differente per comprare alluminio come investimento da cui guadagnarci in questo 2020. Parliamo del trading online con CFD, i contratti per differenza, con cui investire sul valore equivalente dell’alluminio. In questo caso non si fa riferimento al materiale usato ma passiamo ad un ambito di interesse differente, che si allontana dalla semplice vendita di oggetti di alluminio che si sono trovati in casa propria o con l’acquisto della materia prima legato a svariati motivi lontani dal mondo degli investimenti. Con il trading, invece, non si procederà con nessun acquisto fisico della materia prima e si avrà la possibilità di investire da casa attraverso un pc o uno smartphone. Questi sono i vantaggi principali di questa strada alternativa percorribile da chiunque. La procedura è semplice, si dovrà iniziare scegliendo una piattaforma di broker, selezionare l’alluminio tra le opzioni disponibili ed impostare la somma che si desidera investire. L’investimento può essere di lotti, decimi di lotti o centesimi di lotti ed è possibile investire somme basse. Sulle piattaforme, infatti, l’investitore può utilizzare la leva finanziaria e investire una quota inferiore rispetto alla domanda normale. Tali informazioni ci permettono di comprendere la distanza tra l’acquisto e la vendita dell’alluminio usato e la vendita e l’acquisto della materia prima attraverso il trading online. Si tratta di finalità completamente differenti, con riferimenti a quotazioni diverse, ma esiste comunque un filo conduttore da considerare nel momento in cui si ricerca il prezzo migliore per comprare o vendere alluminio usato. La proposta di un compratore o di un venditore dovrà essere, infatti, analizzata partendo dalla quotazione dell’alluminio nuovo sui mercati finanziari in cui è valutata la materia prima attraverso cui elaborare le giuste considerazioni al fine della vendita o dell’acquisto. Ci si muove su un terreno incerto, come già accennato, e la conoscenza degli andamenti di mercato è un punto di partenza da non sottovalutare per vendere e comprare l’alluminio usato al miglior prezzo nell’anno appena iniziato.