Prestito BancoPosta Consolidamento 2019, requisiti e tassi

Il Prestito BancoPosta Consolidamento del 2019 è la soluzione per coloro che hanno bisogno di liquidità e allo stesso tempo devono organizzare le proprie scadenze in una sola rata unica. Permette infatti di estinguere tutti gli eventuali finanziamenti in corso, in modo tale da avere un’unica rata, ottenendo anche una liquidità da poter utilizzare. Come tutti i prodotti di questo tipo, a cominciare da Prestito BancoPosta Flessibile analizzato di recente sul nostro sito, permette a chi è a rischio insolvenza di sistemare la propria situazione, accedendo molto spesso ad una rata mensile più leggera rispetto alla somma di quanto si sta pagando. La rata di questo tipo di prestito risulta di solito più leggera a causa dell’abbassamento dei tassi di interesse sui prestiti personali che si è potuto registrare negli ultimi tempi.

>>> CLICCA QUI E SCOPRI I MIGLIORI PRESTITI <<<

Prestito BancoPosta Consolidamento 2019, caratteristiche

Questo tipo di prestito nasce proprio per permettere ai clienti BancoPosta o titolari di libretto di Risparmio Postale nominativo ordinario di mettere a posto la propria situazione relativa ai finanziamenti in corso. Permette infatti di semplificare la proprio situazione in un’unica rata, finanziare un nuovo progetto, e poter rimborsare la cifra con rate mensili (fino a 96). È possibile farsi finanziare cifre dai 3 mila ai 50 mila euro (se titolari di conto corrente), con durate di minimo 24 mesi.

Il prestito viene erogato in un’unica soluzione con accredito diretto sul conto BancoPosta intestato al cliente. Se invece si è titolari di libretto postale, il prestito massimo richiedibile è di 30 mila euro, e la cifra viene accreditata direttamente sul libretto del cliente. I titolari di libretto possono decidere per una durata massima di 84 mensilità di rimborso, che avviene in questo caso attraverso il pagamento con bollettini postali. Se si vuole è possibile attivare una copertura assicurativa sul finanziamento che protegga in caso di morte o di infortuni. L’assicurazione è stipulata con PosteVita ed è un prodotto a sé stante, che va ad associarsi al finanziamento.

Requisiti: chi può richiedere prestiti BancoPosta Consolidamento

Oltre al requisito fondamentale già specificato relativo al dover essere cliente BancoPosta, o titolare di conto corrente, o titolare di libretto postale, è necessario essere residenti in Italia ed avere un reddito dimostrabile. Possono richiederlo anche i pensionati, nonostante sia sempre consigliabile dare prima un’occhiata ai requisiti per il Quinto BancoPosta, soluzione adatta al caso. La documentazione da presentare, oltre ad un documento di identità valido e la tessera sanitaria attestante il codice fiscale, prevede la presentazione di una documentazione attestante il reddito. Senza tale attestazione non è possibile inoltrare la richiesta.

Essendo poi un prestito specifico per estinguere i prestiti che si hanno già in essere, è necessario presentare anche un conteggio estintivo dei prestiti che con questo si andranno ad estinguere. In questo modo è possibile quantificare la cifra da richiedere.

Tassi di interesse del finanziamento Consolidamento Poste Italiane

I tassi di questo tipo di finanziamento di Poste Italiane non sono purtroppo specificati sul sito, ma è possibile averne informazione recandosi in uno qualunque degli sportelli presenti sul territorio, anche quelli aperti il sabato mattina.

>>> PER SAPERNE DI PIU’: FAI UN PREVENTIVO PER IL TUO PRESTITO ONLINE <<<

Il problema è legato al fatto che tale finanziamento non è concesso direttamente da Poste Italiane. Infatti, è possibile leggere in una nota presente sul sito in merito a questo finanziamento, che il prestito è concesso in collaborazione con Findomestic Banca spa e Compass Banca spa, e da loro dipende se la cifra viene concessa al cliente o meno.

Poste Italiane colloca tali prodotti in virtù di un accordo non esclusivo con le società di cui sopra. Necessario quindi per avere ulteriori informazioni più dettagliate in merito a questo prodotto recarsi negli uffici, magari avendo preso precedentemente appuntamento con i consulenti chiamando il numero 800.00.33.22, oppure accedendo all’opzione “Prendi Appuntamento” presente su poste.it. Per quest’ultima possibilità ricordiamo che è necessario essere iscritti al sito delle poste, oppure creare un proprio account contestualmente.