Postafuturo Certo New 2018 di Poste Vita: rendimento, opinioni e quotazioni

Postafuturo Certo New 2018 è di fatto una assicurazione sulla vita che viene proposta nello specifico da Poste Italiane. Questa assicurazione consente di investire i propri risparmi. Aderendo a questo strumento di risparmio, infatti, si ha la possibilità anche di partecipare agli utili e avere inoltre un capitale garantito. Questo significa che verrà riconosciuta una rivalutazione del capitale che viene inizialmente assicurato nel caso in cui la Gestione Separata di Poste Vita riuscirà ad avere un utile dagli investimenti che vengono eseguiti. Inoltre, si tratta in particolare di una soluzione ideale per tutti quei risparmiatori che vogliono in qualche modo far fruttare i propri soldi.

Postafuturo Certo New Poste Vita 2018: rendimento e gestione contrattuale

Postafuturo Certo New 2018 è una assicurazione sulla vita a versamento unico. Inoltre, nel corso della durata del contratto è possibile effettuare anche quelli che vengono definiti come versamenti aggiuntivi, in modo però non periodico. E’ dunque la soluzione migliore per coloro che vogliono avere una assicurazione sulla vita, la propria o quella dei familiari, con la possibilità di partecipare agli utili che derivano dai premi che vengono versati. Si tratta dunque di un metodo non solo per mettere al sicuro i propri risparmi, ma anche per farli fruttare. Il capitale che viene investito è garantito, sia sotto forma di primo investimento sia sotto forma di valori aggiuntivi. Questo vuol dire che alla fine del contratto come minimo si riceverà la stessa somma che è stata versata nel corso degli anni. Al netto però delle spese di gestione e dei costi di riscatto. In pratica il capitale è garantito, ma lo sono anche le commissioni di Poste Italiane. Nel caso di assenza di utili, le commissioni verranno addebitate direttamente sul capitale.

In precedenza abbiamo parlato di Gestione Separata di Poste Vita. Per questo motivo, prima di valutare l’effettiva convenienza o meno di Postafuturo Certo New 2018, è necessario anche vedere in cosa investe la Gestione Separata Posta Valore Più. In questo modo, ci si può rendere conto degli effettivi rendimenti che ci si può aspettare. Il fondo, infatti, può gestire un capitale importante, che solitamente fa ruotare su Titolo di Stato A, AA e AAA. Ma anche su obbligazioni aziendali, che hanno le stesse caratteristiche di sicurezza. Quindi, si tratta di titoli che hanno dei rendimenti decisamente bassi, ma che comunque sono garantiti. In altre parole, si tratta di un profilo di investimento che offre poche possibilità di guadagno. Ma è comunque indicato per chi è desideroso di avere un piano assicurazione sulla vita o un vitalizio che sia programmato e programmabile.

Essendo Postafuturo Certo New 2018 una assicurazione sulla vita, viene dunque posto un limite di età per quanto riguarda l’adesione. Può sottoscrivere questo tipo di contratto coloro che al momento di stipulare la polizza non abbia ancora compiuto gli 85 anni di età. E’ questo l’unico requisito necessario per poter aderire a questa assicurazione sulla vita. Per poter sottoscrivere il contratto, sarà necessario eseguire un primo versamento che non sia inferiore ai 2500 euro. Questa somma comporrà quella che sarà la base dell’assicurazione e il primo premio che verrà versato. A questa cifra si potranno aggiungere delle quote, a partire subito dal giorno successivo alla sottoscrizione. Queste quote non devono essere inferiori a cinquecento euro ciascuna, mentre i versamenti non devono essere superiori a cinque mila euro ognuno (stesso discorso vale anche per quanto riguarda la modalità online). Per l’emissione del contratto, il costo sul premio assicurativo (qualunque sia la cifra investita a condizione che la somma sia superiore a 2500 euro) sarà pari a dieci euro. Dal rendimento ottenuto ogni anno, definito anche come rendimento lordo, il fondo preleva una commissione pari allo 0,9% per la gestione, l’acquisto o la vendita dei titoli che vengono acquistati in precedenza. Tra le diverse condizioni contrattuali sono presenti anche alcune garanzie che rendono questo prodotto decisamente interessante ai clienti che avrebbero la necessità di dismettere in parte o totalmente l’investimento eseguito. Esiste infatti la possibilità di prelevare tutto il capitale (questa operazione viene definita riscatto totale), al netto delle commissioni e dei costi, a partire fin dal secondo anno. Oppure c’è la possibilità di ritirare parte del capitale (riscatto parziale), anche in questo caso a partire dal secondo anno. Il riscatto totale non prevede per il cliente alcun costo aggiuntivo. Una volta che verrà effettuato il riscatto totale, infatti, il contratto verrà annullato in automatico. Per quanto riguarda invece il riscatto parziale, è previsto un costo pari a ventisei euro, ma solo a partire dal secondo anno in poi. Il primo riscatto parziale infatti non prevede alcun costo aggiuntivo. Per poter utilizzare il riscatto parziale, è però necessario tenere a mente che non potrà mai essere inferiore ai cinquecento euro. Inoltre dovrà risultare un capitale rimanente, al netto del riscatto stesso, pari ad almeno tremila euro.

Opinioni su Postafuturo Certo New 2018: pro e contro

Quando si ha intenzione di sottoscrivere una qualsiasi polizza, quello che interessa maggiormente un cliente è cercare di capire quali siano i vantaggi e gli svantaggi di quella stessa assicurazione. Anche Postafuturo Certo New presenta dei pro, ma anche dei contro. Il più grande vantaggio che questa polizza è in grado di garantire è quello relativo alla sicurezza che il gruppo è in grado di offrire ai suoi risparmiatore. Poste Italiane, infatti, è uno dei pochi gruppi che lasciano gli italiani tranquilli da un punto di vista degli investimenti. Un altro grande vantaggio relativo a Postafuturo New è la possibilità di riavere il capitale che è stato investito, a partire già dal primo anno. Ma non solo si possono riavere i soldi che sono stati investiti, ma si può anche cambiare il beneficiario di questa assicurazione sulla vita. Come già detto in precedenza, Poste Italiane prevede anche un riscatto parziale, che però deve avere un capitale residuo che non sia inferiore ai tremila euro. Inoltre, è necessario che l’importo richiesto non sia inferiore a cinquecento euro.

Ma i pro di questa polizza sulla vita non sono finiti qui. I soldi dell’assicurazione, infatti, si avranno non solo in caso di decesso, ma anche nel caso in cui la persona che ha stipulato il contratto sia ancora in vita. Allo scadere del contratto, infatti, si potrà riavere il proprio capitale, al netto però delle spese di gestione. Questo capitale che si potrà avere indietro non sarà mai inferiore ai premi che sono stati versati. Inoltre, Postafuturo Certo New 2018 è uno dei prodotti garantiti da Poste Italiane. Con il termine garantito si fa riferimento al fatto che la prestazione che viene assicurata non scenderà mai al di sotto di quanto è stato versato. Inoltre, viene data garanzia che il capitale si rivaluterà di anno in anno, seguendo i rendimenti della Gestione Separata Valore Più.

Quelli descritti fino a questo momento sono in linea generale i vantaggi che vengono offerti dalla sottoscrizione di questo tipo di assicurazione sulla vita. Ma ci sono anche dei contro. Tra gli svantaggi, infatti, in primo luogo possiamo evidenziare l’elevato costo iniziale. Il primo premio che si deve versare ammonta infatti a 2500 euro, una cifra che non è propriamente accessibile a tutti. Inoltre, nel caso in cui l’assicurazione non venisse utilizzata dall’intestatario, allora le possibilità di poter ottenere dei buoni ricavi sono decisamente poche. Non bisogna infatti sottovalutare il fatto che i soldi alla fine vengono restituiti per intero al cliente e che questo strumento presenta dei rischi tutto sommato relativamente bassi. Ma c’è anche il rovescio della medaglia. Le prospettive di avere dei buoni interessi alla fine dell’investimento sono allo stesso modo basse. Un altro svantaggio riguarda anche le spese di gestione, che non sono propriamente economiche e portano via una buona parte del risparmio.

A questo punto, la domanda sorge spontanea: conviene o no sottoscrivere una polizza Postafuturo Certo New 2018? In realtà si tratta di un prodotto finanziario come ce ne sono tanti in questo periodo sul mercato. Ma ha il grosso vantaggio di essere uno strumento offerto da Poste Italiane, un gruppo sicuro e che praticamente tutto o quasi conoscono. Di certo non si tratta del prodotto con più alto rendimento che appartengono a questa categoria. Ma tutto deve essere comunque contestualizzato anche in base alla tipologia di questo strumento, che è stato pensato soprattutto per coloro che hanno una bassa propensione al rischio e non per chi invece è in cerca di alti rendimenti. In generale, comunque, chi è alla ricerca di alti rendimenti non dovrebbe prendere in considerazione l’idea di ricorrere ad un fondo pensione o ad una assicurazione sulla vita. Questi, infatti, non sono gli strumenti adatti per poter guadagnare alti rendimenti, considerato che buona parte di quelli che vengono proposti sul mercato sono tarati proprio sulle necessità di coloro che un giorno vorranno vedere il proprio capitale tornare indietro. In conclusione: conviene investire in Postafuturo Certo New nel caso in cui colui che sottoscrivere il contratto sia un risparmiatore cauto, che vuole avere la certezza di riavere nuovamente il capitale versato e che non pretende chissà quali grandi guadagni.

Quotazioni Postafuturo Certo New 2018: dove vederle in tempo reale su internet

Visitando il sito ufficiale di Poste Italiane, in particolare quello relativo a Poste Vita, si ha la possibilità di vedere in tempo reale le quotazioni relative a tutti i prodotti che vengono offerti, compresi ovviamente anche quelle di Postafuturo Certo New 2018.

Facendo invece un’analisi storica relativa al rendimento di Postafuturo Certo,ci si accorge che nel 2015 il tasso medio di rendimento era pari al 3,61%, una percentuale dalla quale devono essere sottratte le imposte e i costi di gestione. L’anno precedente, ovvero nel 2014, i rendimenti sono stati pari al 4,15%. In ogni caso, non si tratta di rendite così basse, anche se devono essere contestualizzate anche con le tasse e i costi di gestione, che possono far avvicinare quella percentuale ad un pericoloso zero.

Nel 2016, la gestione separata in cui Poste Vita investe ha reso il 3,03%. La crescita lorda delle somme che sono state versate è stata pari al 2,13%. Questa percentuale non viene però applicata sul premio loro versato, ma su quello netto. Per questo motivo, nel peggiore dei casi, il rendimento è stato negativo dello 0,9339% per il primo anno.

Sottoscrivendo questa assicurazione sulla vita nel 2009, il risparmiatore nel gennaio del 2016 avrebbe maturato un capitale di 5929 euro, pari al 2,4% annuo. Decisamente peggio invece è andata a chi ha investito e ritirato il capitale l’anno successivo, riuscendo a portare a casa meno di quello che è stato versato, con anche un rendimento negativo dello 0,57%.

Ricapitolando: Postafuturo Certo New 2018 è la soluzione ideale per chi vuole risparmiare in totale tranquillità. E’ un prodotto in grado di realizzare una forma di risparmio che riconosce una rivalutazione annua delle prestazioni in base al reale risultato che viene conseguito dalla Gestione Separata Valore Più. Inoltre, garantisce, tramite la liquidazione del capitale assicurato, una copertura assicurativa a tutti i beneficiari che vengono designati nel caso di decesso dell’assicurato. Ma non è finita qui. Viene data anche la possibilità di integrare il capitale con dei piccoli versamenti aggiuntivi, a partire da un minimo di cinquecento euro. La durata massima di questa polizza è di venti anni, ma con la possibilità, già dopo un solo anno, di richiedere la restituzione del capitale che è stato investito, anche solo parziale e senza alcuna penale.

Sottoscrivere questa polizza è relativamente semplice. Il primo passo da fare è quello di prendere appuntamento presso uno degli uffici postali abilitati. Per poter firmare il contratto, bisogna portare un documento di identità valido, sia per quanto riguarda il contraente che per l’assicurato (l’età massima per poter sottoscrivere il contratto è di 85 anni). Prima di sottoscrivere la polizza, il consiglio è quello di leggere attentamente il Fascicolo Informativo. Inoltre, all’ufficio postale verrà somministrato anche il Questionario di adeguatezza, che darà appunto delle informazioni utili per quanto riguarda l’adeguatezza del prodotto in base alle esigenze assicurative dei clienti. Il massimo della cifra che si può investire è di duecentocinquanta mila euro, mentre il versamento iniziale deve essere di minimo duemilacinquecento euro.