Libretto Postale Supersmart 2019, l’offerta per i possessori di Libretto Smart: opinioni e tassi

Il libretto postale Supersmart è la nuova offerta 2019 dedicata ai possessori di Libretto Postale Smart. Attraverso le opinioni espresse dagli utenti valuteremo la sua convenienza dopo aver approfondito la conoscenza con tassi e caratteristiche proposte.

Scegliere di aprire un libretto postale è considerata da un buon numero di persone la decisione migliore volta alla tutela dei risparmi affiancata da un rendimento.  La Garanzia dello Stato Italiano e l’emissione da parte della Cassa depositi e prestiti rende l’operazione più sicura e affidabile rispetto ad altri strumenti finanziari. In più, l’assenza di costi e commissioni di apertura, di gestione e di estinzione è un ulteriore incentivo per i risparmiatori per scegliere il Libretto Smart. Oggi, però, siamo qui per informarvi circa un’offerta denominata Supersmart.

Libretto Postale Supersmart: dai tassi alle funzionalità

L’offerta Supersmart permette di accantonare i risparmi depositati nel libretto Smart allo scopo di ottenere dei tassi di interesse maggiori rispetto al tasso base. L’importo minimo di accantonamento è di 1.000 euro e si procede con i multipli di 500 euro fino ad arrivare a 3 milioni di euro. Per quanto riguarda la durata degli accantonamenti si va dai 360 giorni (poco meno di un anno) fino ad un massimo di 540 giorni (poco meno di 18 mesi). Il tasso di interesse applicato per il primo periodo è dello 0,40% annuo lordo mentre i risparmiatori che sceglieranno una durata di accantonamento più lunga potranno approfittare del tasso dello 0,50% annuo lordo.

Parliamo di un tasso decisamente interessante se consideriamo che alle somme presenti sul semplice libretto Smart viene riconosciuto un tasso base pro tempore vigente equivalente allo 0,001%. La sottoscrizione degli accantonamenti può avvenire in un Ufficio Postale, online e attraverso l’app RisparmioPostale scaricabile sia per Android che iOS. Aderendo a RPOL dispositivo, il risparmiatore potrà attivare, disattivare e consultare gli accantonamenti mentre coloro che aderiranno solamente al RPOL informativo potranno esclusivamente consultare gli accantonamenti effettuati.

Per permettervi di capire meglio l’offerta del libretto postale Supersmart presenteremo alcuni esempi di accantonamento, con relativi tassi e interessi, effettuati attraverso il simulatore presente sul portale poste.it all’interno della sezione “risparmio postale”. Scegliendo di mettere da parte una somma pari a 2 mila euro per 360 giorni con un tasso annuo lordo dello 0,40% gli interessi lordi saranno pari a 7,89 euro e quelli netti di 5,84 euro. La durata di 540 giorni, invece, garantirà al netto 12,04 euro.

Procediamo aumentando gradualmente la cifra e arrivando a 50 mila euro. Alla fine dei 360 giorni gli interessi lordi saranno pari a 197,26 euro mentre quelli netti corrisponderanno a 145,97 euro. Lasciando l’importo accantonato per 540 giorni, invece, gli interessi lordi saranno di 406,85 euro e quelli netti di 301,07 euro. Questi sono calcoli puramente indicativi che, però, vi permetteranno di avere un quadro abbastanza chiaro della convenienza dell’offerta Supersmart.

Opinioni sulla nuova offerta “Super” affiancata al Libretto Smart

Prima di decidere se conviene accantonare le somme del Libretto Smart approfittando dell’offerta del libretto postale Supersmart, approfondiamo le opinioni riscontrate su questa nuova formula. Apprezzamenti nascono dall’assenza di spese aggiuntive sugli importi accantonati, che risultano essere soggetti solamente agli oneri di natura fiscale. Parliamo del regime di imposta di bollo proporzionale che risulta essere pari allo 0,2% annuo e che viene applicato al 31 dicembre di ogni anno sulla somma totale dell’importo accantonato.

Per quanto riguarda i tassi, possiamo affermare che risultano soddisfacenti per la maggior parte degli utenti. Naturalmente, bisogna essere ben consapevoli che gli interessi verranno liquidati alla scadenza dell’accantonamento e quindi la scelta della durata del “risparmio vincolato” dovrà essere ponderata nella giusta maniera. Cifre maggiori corrisponderanno, poi, ad interessi maggiori, perciò soprattutto i risparmiatori che sono in possesso di un importo notevole si sentono attratti dall’offerta Supersmart. I piccoli risparmiatori, invece, vedono nell’accantonamento un modo per tutelare i propri risparmi vedendoli fruttare anche se con rendimenti minimi.

La scelta si rivela, dunque, consigliata se si pensa di riuscire a non toccare la somma messa da parte per tutta la durata dell’accantonamento. Gli interessi su ogni accantonamento portato fino alla scadenza, infatti, verranno calcolati con il tasso di interesse dell’offerta che corrisponde alla durata prescelta, mentre sulle somme degli accantonamenti che verranno disattivati anticipatamente verrà riconosciuto il Tasso Base pro tempore vigente applicato al libretto Smart nella data di attivazione dell’accantonamento.

In conclusione del nostro articolo, possiamo affermare che la super offerta affiancata al libretto Smart va accettata non come investimento remunerativo ma come la possibilità di veder riconosciuto un interesse un po più vantaggioso rispetto al tasso base applicato sulle somme del libretto postale in proprio possesso.