Investire in gioielli d’oro e con diamanti: conviene o no?

La decisione di investire in gioielli d’oro e con diamanti deve essere il frutto di accurati ragionamenti e valutazioni. Come ogni investimento, occorrerà valutare attentamente la convenienza nello spendere un certo importo di denaro soffermandosi sui profitti e sul livello di sicurezza da eventuali rischi di perdita del capitale. Gli investimenti in gioielli sono scelti da un numero interessante di investitori che sono convinti dell’importanza di avere l’oro all’interno del proprio portafoglio di investimento.

L’oro è un bene rifugio per eccellenza che conserva nel tempo il proprio valore e che garantisce protezione qualora accadessero calamità, inflazione, ribaltamenti politici, crisi finanziarie ed economiche. Esistono vari modi per acquistare tale metallo prezioso, sotto forma di lingotti, di certificati, di monete e di gioielli. Acquistando un anello, una collana o un altro monile di oro, dunque, si appagherà non solo la vista e il senso estetico ma si potrà investire il denaro in una “formula” sicura che con alte probabilità permetterà un guadagno nel tempo. Un valore aggiuntivo si potrà avere se il gioiello scelto per l’investimento conterrà non solo oro ma anche diamanti. Parliamo di una pietra preziosa che rientra senza dubbi in una ipotetica classifica dei beni rifugio da inserire nel proprio portafoglio. Detto questo, è ancora reale la convenienza di un investimento in gioielli nel 2020?

Conviene investire in gioielli d’oro nel 2020?

L’importanza dell’oro ha un’origine lontana nel tempo ma continua ancora oggi a rivelarsi fondamentale per le scelte di investimento di tanti investitori. Considerato il bene rifugio per eccellenza, il metallo prezioso viene acquistato al pari di altri prodotti finanziari soprattutto da quegli investitori che non amano il rischio e desiderano tutelare i propri risparmi. Investire in oro, dunque, non è una vera e propria speculazione ma consente ugualmente di ottenere dei guadagni se si compiono le giuste valutazioni e considerazioni. I rischi di perdita di capitale sono irrisori, infatti, ma bisogna comunque puntare al maggior guadagno possibile e per farlo occorre poter scegliere il modo migliore di investire in oro. Optando per l’acquisto di gioielli d’oro, per esempio, sarà importante sapere che non tutti rendono nello stesso modo. Ci sono caratteristiche specifiche che fanno alzare il valore del monile ed altri elementi che, al contrario, ne abbassano il valore. L’oro non è tutto uguale e per questo motivo è necessario riconoscere le differenze prima di appurare la convenienza di questo tipo di investimento e procedere con l’acquisto di un bellissimo gioiello d’oro.

In precedenza abbiamo accennato alle varie forme che l’oro può assumere. Può diventare un lingotto ed è necessario al fine di stabilire se investire nei gioielli in oro conviene o no sapere che un gioiello raramente potrà assumere lo stesso valore di quel lingotto. Questo perché l’oro nel lingotto avrà una purezza maggiore rispetto ad un gioiello come, per esempio, un anello che conterrà oltre all’oro un’altra serie di metalli che sono utilizzati per aumentare la bellezza del monile ma influiranno negativamente sul valore. Di ogni gioiello occorre considerare il valore tangibile e il valore non tangibile. Il primo è rappresentato dal metallo o dai metalli che compongono il gioiello, dal grado di purezza di questi e dall’eventuale presenza di pietre preziose. Il secondo valore, invece, si calcola tenendo conto della marca, del valore storico e della tipologia. Ci sono casi in cui il solo valore storico di un gioiello permette di aumentare notevolmente il valore del manufatto indipendentemente dagli elementi che lo compongono. Solitamente, però, ciò che determina il valore è la purezza dell’oro, dato che permetterà di capire se conviene investire nell’acquisto di un determinato gioiello oppure no.

Un monile di oro puro dovrà corrispondere a 24 carati. I carati, poi, scendono a 22, 20, 18 e così via a seconda della percentuale di oro presente nel gioiello. Trovare in una gioielleria un prezioso di 24 carati è molto difficile dato che tendenzialmente si adopera il livello più basso di caratura per la vendita. Va da sé che minore è la quantità di oro nel gioiello, minore saranno la convenienza dell’investimento e il guadagno nel tempo. Di conseguenza, una semplice gioielleria della propria città potrebbe non essere la scelta ideale per il proprio investimento ma occorrerà ricercare una gioielleria di grande prestigio che tratta manufatti di un certo livello e dai costi proibitivi per tante persone ma che potrebbero essere la soluzione alla volontà di investire i risparmi in gioielli d’oro. Solo in questo modo si potrà conservare il bene rifugio e vederne aumentare il valore nel tempo o quantomeno mantenerlo costante.

La purezza dell’oro, dunque, è la prima valutazione da accertare per poter stabilire la reale convenienza dell’investimento. Ci sono, poi, altri aspetti importanti da considerare come il prestigio e la storia. L’acquisto di un gioiello d’oro risulterà conveniente se la realizzazione è stata frutto dell’opera di un orafo di prestigio. In questo caso si potrà valutare la concentrazione dell’oro e la qualità di eventuali pietre preziose aggiunte. Per quanto riguarda la storia sarebbe opportuno, in termini di convenienza dell’investimento, scegliere un gioiello appartenuto ad una persona famosa oppure risalente ad un periodo storico di indiscutibile importanza. Il valore sarebbe decisamente superiore e l’investimento risulterebbe più fruttuoso.

Abbiamo accennato al fatto che se l’oro è associato a pietre preziose, il valore del gioiello risulterebbe ancora maggiore e, dunque, l’investimento più conveniente. Tra le pietre preziose da ricercare assume un’importanza rilevante il diamante. Come l’oro, i diamanti sono beni rifugio acquistabili come prodotti da investimento a lungo termine che molti investitori utilizzano per diversificare il portafoglio. Parimenti all’oro, poi, si possono acquistare in varie forme, tra cui come pietre preziose sui gioielli. Vediamo come la loro presenza incide sul valore di un manufatto e sulla convenienza dell’investimento.

Diamanti e gioielli per aumentare la convenienza dell’investimento

Un metallo prezioso può assumere varie forme e il gioiello è quella più ammaliante e bella da vedere. Gli investitori vi sono attratti non solo per la bellezza ma anche perché i gioielli in oro sono facili da ricapitalizzare e rappresentano un investimento privo di rischi di perdita del capitale. La purezza dell’oro, come abbiamo visto, è determinante per stabilire il valore di un manufatto e per scegliere correttamente il gioiello da acquistare per indirizzare l’investimento verso un guadagno futuro. Per aumentare ulteriormente il valore è possibile, poi, procedere con l’acquisto di un monile d’oro con l’aggiunta di una delle pietre preziose più amate, il diamante. Qualora l’oggetto risultasse ornato da uno o più diamanti, infatti, il valore aumenterebbe indipendentemente dalla quantità d’oro puro presente e la pietra preziosa sarebbe un valore aggiunto di diverso grado in base alla marca, al periodo storico della creazione e alla rarità.

Come per l’oro, occorrerà valutare attentamente il reale valore del diamante presente sul gioiello d’oro e se non si è in grado di procedere con la corretta valutazione sarà opportuno interpellare un esperto del settore. Per un investimento conveniente bisogna puntare al massimo della quotazione e, di conseguenza, ricercare un gioiello di elevato prestigio venduto da alcuni dei nomi più apprezzati come Cartier, Fabergé e Boucheron. Per quanto sembri un’impresa ardua in un periodo di crisi economica trovare gioielli artigianali dal giusto valore per un investimento, sul mercato si possono trovare gioielli disegnati da artisti della gioielleria, lavorati e rifiniti a mano utilizzando oro e pietre preziose, in vendita ad un elevato prezzo di mercato e con buone possibilità di aumento del valore nel tempo. Una prima ricerca di questi gioielli d’oro con diamanti potrà iniziare anche online. Nel web, infatti, sono presenti portali di laboratori artigianali che creano gioielli unici, personalizzati e con la certificazione che ne garantisce l’affidabilità. Priorità, infatti, è cercare un investimento sicuro e certificato che permetta di mettere da parte un gioiello adatto al tipo di speculazione che si vuole affrontare.

Riassumendo, è possibile affermare che investire in gioielli d’oro e con diamanti è conveniente perché l’oro è un simbolo di ricchezza universalmente riconosciuto, ha una quotazione stabile che lo identifica come bene rifugio per eccellenza, garantisce rendimenti costanti nel tempo, l’offerta non supererà mai la domanda, è esente dall’Iva e la compravendita è facile e veloce. Investire in gioielli d’oro è conveniente, poi, se si si desidera tutelare i propri risparmi e proteggerli dall’inflazione. Occorre pensare che i gioielli non passeranno mai di moda e sono creati per durare. L’altra cosa da sapere per scegliere se investire in gioielli d’oro e di diamanti o no è che come investimento è da inserire in quella tipologia di speculazione i cui guadagni si vedranno a distanza di qualche anno (parliamo di minimo dieci anni). I gioielli d’oro, dunque, non sono un investimento conveniente per quegli investitori che desiderano ottenere profitti immediati. In alternativa, si potrebbero inserire nel portafoglio insieme a speculazioni che prevedono guadagni vicini nel tempo per ottenere una diversificazione efficace sia in termini di ritorni economici che di distribuzione di rischi di perdita del capitale.

Appurate le valutazioni da effettuare per decidere se conviene o no investire in gioielli d’oro e con diamanti, è il momento di cercare il gioiello perfetto da acquistare per poter mettere da parte una fonte di guadagno per il futuro.