Giacenza Media Libretto Postale 2019: calcolo online ISEE per conto normale o cointestato

L’importanza di conoscere la giacenza media del Libretto Postale si spiega nel momento in cui occorre calcolare l’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente. La compilazione del modulo, infatti, necessita dell’inserimento della giacenza media dato che vanno fornite tutte le informazioni utili per calcolare la ricchezza reddituale del contribuente che desidera approfittare di agevolazioni, sconti e ulteriori benefici. Tra gli elementi che permettono di procedere con il calcolo della ricchezza troviamo proprio la giacenza media sia dei conti correnti bancari che dei libretti postali intestati all’utente. Procedere con il calcolo della giacenza è fondamentale ed occorre che il risultato sia veritiero dato che l’Inps potrebbe procedere con controlli e accertamenti su quanto auto-dichiarato dal soggetto. Ecco perché, oggi, cercheremo di seguire un percorso che ci permetterà di capire come effettuare nel 2019 il calcolo della giacenza media annua online ai fini ISEE per un conto normale o cointestato appartenente ad un titolare del Libretto Postale.

Calcolo online Giacenza Media Libretto Postale ISEE 2019

Il motivo per cui occorre calcolare la giacenza media del Libretto Postale è chiaro. La giacenza è indicativa della ricchezza media annua del contribuente e, di conseguenza, la sua conoscenza è indispensabile per compilare adeguatamente il modello ISEE. Chi desidera, infatti, ottenere vantaggi e privilegi legati alla presentazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente non potrà fare a meno di comunicare esattamente la somma media depositata sul proprio Libretto Postale durante l’anno di riferimento. Nelle agevolazioni di cui parliamo rientrano benefici sulle bollette di luce, gas e telefoniche, bonus per le famiglie con figli e per la scuola, sconti in ambito sanitario. A tutto questo si potrà accedere solamente se appartenenti a determinate fasce ISEE e qualora non si superino specifici limiti e condizioni fissate per l’agevolazione desiderata.

Ai fini del calcolo ISEE, dunque, occorrerà mostrare la giacenza media del Libretto di Risparmio Postale. E’ un obbligo per tutti i titolari del Libretto che non comporta grosse problematiche. Riuscire a scoprire a quanto ammonta la giacenza media annua del Libretto è semplice. Secondo le indicazioni della Cassa Depositi e Prestiti basterà recarsi presso un Ufficio Postale e procedere con la compilazione dell’apposita modulistica. Non sono previsti costi per questa operazione e potrà essere svolta in un Ufficio Postale qualsiasi, non necessariamente presso la sede in cui si è aperto il Libretto. Unica condizione è che sia il titolare a recarsi presso una filiale di Poste Italiane per richiedere la giacenza media annua. Questo perché la giacenza media viene considerata un dato sensibile e, dunque, soggetto a tutela. In caso di possesso di più libretti occorrerà effettuare il calcolo di giacenza singola per ogni libretto dato che non si possono cumulare.

Affinché la procedura che porterà a conoscere la giacenza media del Libretto Postale abbia inizio, il richiedente dovrà presentare una specifica documentazione. Si tratta della carta di identità in corso di validità, del codice fiscale del titolare e del Libretto di Risparmio Postale stesso (nel caso in cui si possiedano più libretti occorrerà presentarli tutti). Una volta in possesso di tale documentazione, l’impiegato delle Poste presenterà al titolare un modulo che dovrà essere correttamente compilato in ogni sua parte per poi procedere con l’invio dei dati al calcolatore che fornirà la risposta alla richiesta. E chi volesse mettere mano alla calcolatrice per verificare il calcolo? Basterà tener conto che la media si effettua dividendo per 365 la somma di tutte le giacenze di denaro presenti nel Libretto ogni giorno dell’anno solare. Per ottenere questi dati sarà sufficiente accedere all’estratto conto del Libretto Postale, procedura che potrà essere svolta online entrando nell’Area Riservata a chi possiede un conto in Poste Italiane (il sito è www.poste.it). Compilando l’ISEE nel 2019 relativo all’anno precedente occorrerà, dunque, conoscere le giacenze giornaliere sul Libretto a partire dal 1° gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018. Gli estratti conto da considerare per il calcolo dovranno essere 12 se emessi ogni mese oppure quattro se emessi trimestralmente. Per spiegare meglio come procedere con il calcolo della giacenza media attraverso gli estratti conto visualizzati online presenteremo un semplice esempio.

Il primo passo sarà quello di verificare la giacenza giornaliera sul Libretto. Ipotizzeremo di possedere 50,00 euro per 100 giorni. Il primo calcolo sarà quello di moltiplicare 50 x 100 ottenendo 5.000 euro. Dobbiamo arrivare a conoscere le giacenze media giornaliere di 365 giorni perciò continuiamo ipotizzando che per altri 200 giorni abbiamo avuto sul conto 30,00 euro. Moltiplicando 30 x 200 otterremo 6 mila euro, altra cifra importante per il calcolo finale. Mancano ancora 65 giorni per cui ipotizzeremo una giacenza giornaliera di 10,00 euro. Procedendo con l’operazione 65 x 10 otterremo 650,00 euro come risultato.

A questo punto saremo arrivati a conoscere le giacenze giornaliere per tutti i 365 giorni dell’anno. Non rimarrà altro da fare che sommare tutti i risultati ottenuti, 5.000 + 6.000 + 650, e dividere il risultato per 365. Di conseguenza, effettuando 11.650 diviso 365 si otterrà 31,91 euro che arrotondati a 32,00 euro saranno indice della giacenza media annua da noi ricercata. Il risultato ottenuto dovrà essere indicato nel modello ISEE nel Quadro F2, nella prima sezione, insieme al codice di riferimento della tipologia del rapporto finanziario.

La procedura per ottenere la Giacenza Media del Libretto Postale si è dimostrata semplice sia qualora si abbia intenzione di recarsi presso uno sportello dell’Ufficio Postale sia nel caso in cui si voglia procedere autonomamente al calcolo approfittando dei servizi online di Poste Italiane, utili per visualizzare gli estratti conto fondamentali per conoscere le giacenze giornaliere ed arrivare, con pochi calcoli, al risultato da riportare, poi, nel modello ISEE. Non vi ritenete ancora soddisfatti? C’è un’ultima modalità con cui potrete calcolare la giacenza media ed è prettamente telematica. Non prevede file allo sportello né l’utilizzo manuale della calcolatrice perché sfrutta direttamente un calcolatore di giacenza media facilmente reperibile online. Occorrerà semplicemente inserire nell’apposito form la data e il saldo iniziale del periodo di riferimento e tutti i saldi in corrispondenza di ogni variazione avvenuta nel periodo. La maggior parte dei calcolatori permettono di inserire un massimo di 8 variazioni per l’anno solare prima di procedere con il calcolo.

I titolari di un Libretto di Risparmio Postale hanno la possibilità di procedere al calcolo della Giacenza Media seguendo diverse procedure, tutte semplici e attuabili anche online. Un accorgimento, però, va fatto. Il calcolo presentato fa riferimento ad un conto normale, ad un Libretto Postale con un solo titolare. Cosa cambia nel momento in cui il Libretto risulta cointestato a due o più persone?

Calcolo giacenza media per Libretto di Risparmio Postale Cointestato

Il Libretto Postale si presenta come uno dei modi migliori per mettere al sicuro i propri risparmi approfittando di interessanti tassi di interesse. La garanzia dell’emissione da parte dello Stato Italiano e l’assenza di spese di apertura e costi di gestione rendono questo strumento appetibile per un numero considerevole di italiani. Inoltre, può essere anche cointestato a più persone fino ad un massimo di quattro titolati. Tutti i soggetti dovranno essere maggiorenni e potranno operare separatamente qualora nel momento della sottoscrizione del libretto sia stata accettata la clausola di operatività separata con pari facoltà di disposizione. Anche la richiesta di calcolo della giacenza media annua sul Libretto di Risparmio Postale cointestato potrà essere effettuata singolarmente. Non sarà, dunque, necessaria la presenza di tutti i titolare nell’Ufficio Postale ma occorrerà presentare, in ogni caso, (come detto in precedenza) il Libretto.

In caso di Libretto Postale cointestato viene, però, a modificarsi il calcolo della giacenza media dato che occorre considerare la presenza non solo di un titolare ma di più persone. Come si risolve questa presenza multipla? Semplicemente dividendo il numero ottenuto dal calcolo effettuato sulle giacenze giornaliere per il numero di cointestatari. Prendendo come esempio il risultato ottenuto con il calcolo precedentemente eseguito, basterà dividere 32 per 2, 3 o 4 in base ai cointestatari e si troverà la giacenza media che ogni titolare del Libretto dovrà inserire durante la compilazione del modello ISEE.

Se il vostro obiettivo è quello di ottenere agevolazioni sulle tasse universitarie, sull’iscrizione alla scuola materna di un figlio, sulla mensa scolastica, sulla rateizzazione delle cartelle esattoriali o sul pagamento delle bollette di luce, gas e acqua è arrivato il momento di procedere con il calcolo della giacenza media del Libretto Postale di cui siete titolari da soli o insieme ad altri intestatari per poter raccogliere in tempo tutta la documentazione indispensabile per la corretta compilazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.