Conto Deposito Findomestic 2018: opinioni dai forum per sapere se è sicuro e conviene

In questo articolo passeremo al vaglio il conto deposito Findomestic con i tassi aggiornati al 2018. Ci muoveremo tra le opinioni dei clienti riscontrate dai forum per sapere se questo particolare conto è sicuro e conveniente.

Il conto deposito nasce come aggiunta ad un conto corrente tradizionale per offrire vantaggi ai risparmiatori. I tassi di interesse sono più elevati rispetto al conto abituale, solitamente non ci sono spese e i risparmi vengono tutelati dall’inflazione. Findomestic utilizza questa soluzione per permettere ai suoi clienti di accantonare mensilmente un cifra, grande o piccola, e di ottenere dei rendimenti di entità diversa a seconda della giacenza del denaro sul conto. Per dissipare ogni dubbio sulla reale sicurezza e sulla convenienza del conto deposito Findomestic curioseremo tra le opinioni dei clienti dell’istituto di credito italiano per conoscere i pro e i contro di questo strumento di investimento.

Conto Deposito Findomestic: cosa dicono le opinioni dei forum?

Da anni chiunque abbia bisogno di stipulare un prestito può rivolgersi a Findomestic, un istituto di credito italiano attivo dal 1894 e specializzato nel credito al consumo, che precisamente dal 2011 appartiene a BNP Paribas. L’istituto offre diverse agevolazioni e mette a disposizione alcuni strumenti interessanti, uno di questi è il conto deposito Findomestic molto vantaggioso per quanto riguarda in particolare i tassi di interesse. La caratteristica del conto Findomestic è quella di essere ‘libero’, ovvero l’investitore, in qualsiasi momento lo desideri, può prelevare il denaro che ha precedentemente versato non essendo soggetto a nessun tipo di vincolo. Per tutto il primo anno, Findomestic offre gratuitamente l’imposta di bollo e il conto deposito è a zero spese, infatti, l’investitore non dovrà pagare costi di apertura, né di chiusura e né di gestione. Findomestic offre due opzioni per versare il proprio denaro sul conto deposito: Una è versare il denaro mensilmente partendo da 50 euro, ma senza versare un deposito iniziale. La seconda possibilità è fare un’unico deposito da 1000 euro e scegliere se non depositare più oppure continuare con dei versamenti ogni mese di una cifra a scelta dell’investitore. Vediamo nei prossimi paragrafi quali sono i tassi di interesse del conto Findomestic 2018, le opinioni del web e le specifiche del foglio informativo.

Findomestic annovera una vasta gamma di prodotti volti alla soddisfazione delle esigenze del più alto numero di clienti. Sebbene la compagnia sia nota soprattutto per i prestiti, troviamo anche il conto deposito, considerato uno dei migliori offerti dal mercato. Propone garanzie importanti come nessun vincolo, l’investitore può prelevare denaro dal conto in ogni momento senza penali, e nessuna spesa di apertura e gestione del conto. Inoltre, l’imposta di bollo (necessaria per depositi superiori ai 5 mila euro) è a carico della banca per i primi 12 mesi. L’economicità di questa soluzione è uno dei motivi per cui i clienti scelgono di aprire un conto deposito Findomestic nel 2018. Tutela dei risparmi dall’inflazione e dalle spese aggiuntive sono note positive che emergono dalle opinioni degli utenti scritte nei forum.

Una caratteristica apprezzata del conto deposito è la possibilità di sottoscrivere online il proprio contratto. Findomestic, infatti, permette l’utilizzo della firma digitale, valida a tutti gli effetti di legge, grazie alla quale si velocizzano notevolmente le procedure necessarie per l’apertura del conto. La semplicità con cui si applica la firma digitale è un ulteriore elemento a favore di Findomestic. Occorre solamente creare il proprio PIN e spuntare tutte le caselle presenti nei documenti del contratto Infocert, in modo tale da certificare la propria firma. Procedura veloce e non elaborata che il cliente potrà svolgere direttamente da casa.

La firma digitale ci riporta ad una successiva caratteristica, la facilità di apertura del conto deposito. Online (come già detto), con un versamento iniziale (con una giacenza minima di 100 euro) o con piani di versamenti mensili addebitati da Findomestic sul piano di appoggio. Qualche utente lamenta difficoltà nel capire le modalità con cui versare successivamente ulteriori somme di denaro. Chi dovesse incorrere in questa problematica potrà contattare l’assistenza clienti. Le opinioni relative a questo servizio sono contrastanti. Alcuni clienti sono rimasti soddisfatti dalle indicazioni ricevute, altri affermano di non avere avuto un adeguato supporto.

Il conto deposito Findomestic è sicuro e conveniente?

Leggendo le recensioni sul conto deposito di Findomestic presenti in diversi forum online, ci siamo imbattuti in una perplessità legata alla reale adesione dell’istituto di credito al Fondo interbancario di Tutela dei Depositi. Analizzando il foglio informativo del conto si scopre che tale adesione è evidenziata all’interno della sezione denominata “rischi collegati al conto deposito”. Una sicurezza maggiore, dunque, per importi di giacenza inferiori a 100 mila euro (cifra massima che è possibile investire).

Il conto deposito è sicuro, ma risulta anche conveniente? Dalle opinioni dei clienti emerge una soddisfazione per i tassi applicati che risultano tra i più alti sul mercato. Apprezzata la possibilità di calcolare telematicamente il rendimento attraverso un comodo e pratico simulatore. Il risparmiatore può ricevere tante informazioni utili accedendo al sito ufficiale www.findomestic.it senza dover necessariamente recarsi in una filiale.

Dai commenti dei clienti che hanno aperto un conto deposito Findomestic si apprende anche la possibilità di scelta tra due differenti modalità di gestione del conto. Parliamo di versamenti ricorrenti mensili, con un importo minimo di 50 euro, versus un versamento immediato di 1000 euro con successivi versamenti mensili da attivare quando vuole l’investitore. Una flessibilità apprezzata dai clienti. Nessun commento sulla ritenuta degli interessi pari al 26%, che risulta, comunque, in linea con altre soluzioni proposte da diversi istituti di credito.

Ma che tipo di rischio potrebbe avere depositare il proprio denaro su un conto Findomestic? Si può dire che il conto deposito è un prodotto in linea di massima molto sicuro, ma che come ogni cosa comporta qualche rischio. Un rischio potrebbe essere lo smarrimento dei codici identificativi o l’intestatario potrebbe essere vittima di furto di tali codici.

Il rischio maggiore però è che la banca non sia in grado di rimborsare parte o tutto il denaro che l’investitore ha depositato sul suo conto. Questa è la ragione per la quale Findomestic ha scelto di aderire al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, consultabile sul web al sito internetwww.fitd.it. Questo Fondo garantisce una copertura ad ogni cliente che arriva ad un massimo di 100.000,00 euro.

Non sempre Findomestic garantisce il rimborso del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Ci sono alcuni casi in cui il rimborso non è ammesso, come ad esempio: quando c’è stata una condanna di tipo definitivo per ‘riciclaggio’ secondo l’articolo del codice penale 648-bis o per l’uso del denaro acquisito da illecita provenienza secondo l’articolo 648-ter. Il rimborso non è ammesso nel casi di ‘confisca’ e in altre situazioni ben spiegate nel foglietto illustrativo di Findomestic.

Ma cosa dicono le opinioni dei clienti e dei fruitori del conto deposito Findimestic sui forum e sul web? Alla soluzione del conto deposito Findomestic vengono riconosciute diverse caratteristiche positive, prima fra tutte l’economicità. Infatti, come abbiamo già visto Findomestic offre questa soluzione non soltanto senza alcun vincolo ma l’investitore per i primi 12 mesi non dovrà pagare nemmeno l’imposta di bollo, (che deve essere pagata quando i depositi superano i 5000 euro) che sarà a carico di Findomestic. Sul web emerge un’altra nota a favore del conto deposito Findomestic: la praticità. Infatti, come vedremo in seguito nel prossimo paragrafo, è possibile sottoscrivere un contratto Findomestic anche comodamente da casa online. Questo è reso possibile grazie all’utilizzo della firma digitale che per legge è valida a tutti gli effetti e da diversi vantaggi sia all’investitore e all’azienda stessa perché permette di dimezzare i tempi e rendere la procedura decisamente più veloce e snella. Passiamo adesso ai commenti negativi che si possono trovare nei vari forum. Ci sono utenti che lamentano il fatto di non riuscire a comprendere bene come depositare sul conto altre somme di denaro in un momento successivo al primo versamento. Per risolvere questo problema, altri utenti consigliano di contattare il servizio assistenza Findomestic sul sito www.findomestic.it. Qui è presente un’area assistenza dove attraverso una rapida ricerca, inserendo la parola chiave del vostro problema, come ad esempio ‘blocco’, ‘carta’ o ancora ‘coordinate bancarie’ o in questo caso ‘depositi’, la piattaforma vi riporterà all’area di riferimento e di vostro interesse dove ci sarà tutta la spiegazione di come risolvere il vostro problema. In alternativa sempre sul sito web di Findomestic troverete una piantina relativa al centro clienti Findomestic o all’Agenzia Findomestic  più vicina a voi che potrete utilizzare per recarvici di persona ed esporre il vostro problema. C’è anche un numero verde sia fisso che mobile,  per le richieste e le info sulla carta (80 3888 fisso, 055 3374555 mobile). Sempre sul sito c’è un’area denominata ‘domande e risposte’, nella quale sono presenti le domande più comuni effettuate dai vari utenti e alle quali Findomestic ha cercato di dare risposta. Cliccando sulla domanda si aprirà la risposta di cui avrete bisogno e nel caso non siate pienamente soddisfatti potrete sempre contattare il servizio clienti al numero verde sopraindicato.

La questione dell’assistenza Findomestic, ci riporta ad un’ulteriore lamentela che circola sui forum. Infatti, non tutti gli utenti si dicono pienamente soddisfatti di quest’assistenza, alcuni dicono di non aver ricevuto delle risposte non utili alla risoluzione effettiva dei loro problemi, mentre altri sono rimasti soddisfatti e ammettono di aver ricevuto un adeguato supporto dal servizio. Alcuni utenti riferendosi sempre alle questione delle tempistiche, dicono di preferire la stipulazione del contratto per l’apertura del conto deposito, fatta direttamente in filiale. Online si impiegano circa 15 giorni, considerati da molti utenti eccessivi e superiori a quelli che si impegnerebbero per effettuare le stesse pratiche in loco.

Un’altra perplessità emersa dalle opinioni del web riguarda l’effettiva adesione di Findomestic al Fondo interbancario di Tutela dei Depositi. Come abbiamo visto, nel foglietto illustrativo l’istituto di credito spiega di aver aderito al Fondo che garantirebbe una copertura ad ogni cliente che arriva ad un massimo di 100.000,00 euro. Tutto questo per scongiurare il rischio maggiore che si potrebbe correre aprendo un conto deposito con Findomestic, ovvero che la banca non sia in grado di rimborsare parte o tutto il denaro che l’investitore ha depositato sul suo conto. Al contrario, invece, sul web risultano essere molto apprezzati i tassi applicati da Findomestic, dell’1% su somme fino ad una cifra massima di 10000 euro e dello 0.50% per importi che superano la cifra di 10000 euro ( attualmente i più alti dell’intero mercato). Apprezzato anche il fatto che molte informazioni sono reperibili sul sito Findomestic e che l’investitore non debba per forza recarsi presso un centro clienti Findomestic o un’Agenzia Findomesticper richiedere informazioni di qualsiasi genere. La ritenuta fiscale fissata al 26% non ha ricevuto alcun tipo di commento, né positivo né negativo, probabilmente per il fatto che risulta perfettamente coerente con quella instituita dagli altri istituti di credito presenti sul mercato.

Tassi di interesse Findomestic Conto Deposito 2018

Il conto deposito Findomestic è stato ritenuto uno dei migliori presenti sul mercato proprio per i tassi di interesse che offre. Il tasso di interesse o tasso creditore nominale annuo viene utilizzato per calcolare gli interessi presenti sulle somme depositate dall’investitore sul suo conto, al netto delle ritenute fiscali. Questo tasso differisce a seconda del relativo scaglione di importo ed è calcolato su una base di 365 giorni, giornalmente e sulla base dei soldi presenti all’interno del conto. Ogni 6 mesi viene effettuata la a corresponsione degli interessi tramite accredito sul Conto Deposito con conseguente capitalizzazione e previa detrazione delle ritenute fiscali. Se si decide di fare un investimento fino ad un massimo di 10.000 euro, l’intestatario potrà avere un tasso di interesse fissato all’1% lordo. Per cifre che superano i 10.000,01 euro, invece, il tasso di interesse è fissato allo 0.50% lordo. Come per ogni altro conto deposito, la ritenuta fiscale è del 26%. Come abbiamo già detto, l’intestatario del conto non avrà nessun tipo di spesa relativa ai costi di apertura, di chiusura o di gestione. L’unica somma facoltativa che l’investitore potrà scegliere di pagare, sarà quella per le comunicazioni periodiche.

Se il titolare del conto sceglie di ottenere comunicazioni periodiche in formato cartaceo, dovrà pagare 2 euro per ogni comunicazione. Sul sito di Findomestic è possibile consultare il foglio illustrativo che parla di alcuni ‘tassi promozionali’. I tassi promozionali avrebbero delle cifre ancora più alte rispetto all’attuale 1% e 0.50% e sarebbero applicati in base allo scaglione di appartenenza di cui abbiamo precedente parlato, in determinati periodi dell’anno. Sui forum un utente ammette di aver beneficiato per ben 3 mesi di un tasso al 3% a giugno 2013, nel momento in cui si iscrisse al conto deposito Findomestic. Questi tassi promozionali vengono offerti solitamente dall’istituto di credito una volta l’anno, sono comunicati attraverso delle specifiche promozioni pubblicitarie nelle quali viene spiegato il periodo, le modalità e lo scaglione per il quale l’offerta sarà attiva.

Il foglio informativo del Conto Deposito Findomestic 2018

Online, sul sito Findomestic è possibile trovare sotto le informazioni relative al conto deposito, anche un file in pdf contenente ilfoglio informativo. Cliccandoci sopra si aprirà una pagina dove come prima cosa,  verranno date delle informazioni sulla banca e poi ci sarà tutta una spiegazione di cos’è il conto deposito Findomestic e di come funziona.

Questo conto prevede un limite di giacenza che va da un minimo di 100 euro ad un massimo di 100.000,00 euro. Le modalità con le quali versare il denaro sul conto sono quelle sopra indicate, ma i versamenti mensili devono avvenire il 5, il 15 o il 27 di ogni mese. Inoltre, il primo versamento deve essere effettuato il primo giorno utile dopo l’apertura del conto Findomestic e dopo la conclusione del contratto non possono passare più di 20 giorni senza che l’investitore non abbia ancora effettuato il versamento.  Le modalità con le quali versare i soldi sul conto sono tramite bonifico bancario, anche da un conto che non sia per forza il conto di appoggio che è stato attivato dal titolare. L’importante è che il conto sia in una banca operante in italia e non sia intestato a persone giuridiche. Non sono, invece, ammessi i versamenti in contanti, tramite assegno o che provengono da conti in essere presso banche ubicate all’estero. Sul sito www.findomestic.it o presso i centri clienti di Findomestic Banca è possibile per l’investitore modificare la cifra dell’importo in qualsiasi momento esso desideri, modificare la periodicità dei versamenti e revocare nel caso fosse necessario, il piano dei versamenti mensili precedentemente attivato. Per i prelievi dallo stesso conto deposito si utilizza sempre il mezzo del bonifico bancario, nel rispetto della giacenza sopra citata e nei limiti del saldo liquido che il deposito ha a disposizione. L’operazione di prelievo va effettuata compilando il modulo reperibile sempre sul sito Findomestic o presso i centri clienti, in alternativa utilizzando l’internet Banking personale che è una modalità operativa che a distanza è in grado di collegare tramite rete informatica, il proprio pc alla banca di riferimento. Con l’internet Banking il titolare più effettuare le operazioni di disposizione e d’interrogazione sul Conto.

Il foglio informativo prosegue con uno specchietto che indica nello specifico le principali condizioni economiche del conto deposito. Spiega il significato di tasso creditore nominale annuo, indica la cifra a seconda dello scaglione di riferimento, dei rispettivi tassi, indica le modalità con le quali vengono calcolati, la frequenza con la quale vengono calcolati e le modalità della corresponsione degli interessi. Un’altro specchietto sottostante parla delle spese a carico dell’investitore, che come abbiamo visto sono quasi pari a zero, della decorrenza delle valute e delle informazioni relative alla giacenza massima e minima del conto deposito. Lo specchietto si divide in due sezioni: una relativa alle ‘voci’, nello specifico gli oneri fiscali a carico del cliente, le spese di apertura e chiusura della pratica, le spese per ogni singola operazione, il costo delle comunicazioni periodiche, il versamento iniziale tramite addebito diretto SEPA sul conto corrente di appoggio, i versamenti mensili ricorrenti tramite addebito diretto SEPA sul conto corrente di appoggio e l’accredito o l’addebito di un’operazione di pagamento sul conto deposito Findomestic. La seconda sezione sulla destra è denominata ‘costi’ e come dice la parola stessa, indica il costo di ogni singola operazione. In concomitanza della voce ‘Accredito di un’operazione di pagamento sul conto deposito’, lo specchietto spiega che l’istituto di credito effettua l’operazione richiesta esattamente nella data in cui è avvenuto l’accredito effettivo. Mentre, in concomitanza della voce ‘addebito di un’operazione di pagamento sul conto deposito’, lo specchietto spiega che una volta ricevuta la richiesta, Findomestic si impegna a trasmettere alla banca di riferimento il relativo ordine di accredito sul conto corrente del beneficiario. Di conseguenza la banca, nel primo giorno lavorativo disponibile, farà arrivare l’accredito. Inoltre, sempre lo stesso specchietto spiega che dopo le 20.00 di ogni giornata lavorativa, le richieste che arrivano vengono trasmesse al giorno lavorativo successivo. Alla fine del foglio illustrativo è presente una legenda importante perché presenta 5 voci che danno informazioni nello specifico su: la capitalizzazione degli interessi, la decorrenza della valuta, l’internet banking, i tassi promozionali e ancora il tasso creditore nominale annuo.

Come aprire un conto deposito con Findomestic

Aprire un conto deposito con Findomestic è davvero molto facile, questa infatti è stata una caratteristica ritenuta molto positiva dagli utenti del web e non. Il tutto è risolvibile online, basta entrare sul sito web: www.findomestic.it e recarsi dell’area ‘conto deposito’. Qui troverete un piccolo elenco che vi ricorderà che aprire un conto con Findomestic ha zero vincoli, zero costi, è possibile prelevare il denaro in qualsiasi momento l’utente desideri, le spese di gestione sono praticamente pari a zero e depositare il denaro sui conti Findomestic risulta sicuro al 100% grazie alla firma digitale. Di seguito cliccando su ‘chiedi conto deposito’ si aprirà una pagina dove dovrete inserire i vostri dati personali, il nome, il cognome, la cittadinanza, il codice fiscale, il sesso, la data di nascita, la provincia di nascita, il comune di nascita, l’indirizzo di residenza, il numero civico, la provincia e il comune del domicilio, il cap, un proprio recapito telefonico e una mail personale. A questo punto dovrete acconsentire all’utilizzo dei vostri dati per i fini indicati, ovvero l’apertura del conto.

Cliccando su ‘continua’ si aprirà una seconda pagina dove dovrete compilare un quadro con i vostri dati di tipo professionale ed infine passerete all’ultimo step che è ‘l’esito della richiesta’. A questo punto inserirete la famosa firma digitale grazie alla quale si elimina tutta quella procedura di tipo cartaceo che ancora altri istituti di credito utilizzano. Una volta inviata la richiesta online dovrete attendere la risposta dopo la quale potrete inviare un’altra parte della documentazione utile per stipulare il contratto con Findomestic. Fatto ciò l’operatore di riferimento vi contatterà inviandovi dei moduli da leggere, firmare e rinviare all’assistenza clienti. Dopo aver letto le molteplici coordinate bancarie potrete finalmente aprire il conto ed usufruirne sfruttando al meglio tutti i suoi vantaggi. In alternativa, chiunque non abbia la possibilità di utilizzare una connessione a internet o un pc per usufruire del servizio online, può comunque recarsi al centro clienti o all’agenzia Findomestic più vicina e compilare fisicamente il modulo di iscrizione.

Recesso dal conto deposito Findomestic, tempi di chiusura e reclami

Sempre leggendo il foglio informativo Findomestic si hanno delle informazioni relative al recesso, ai tempi di chiusura del conto e agli eventuali reclami. In qualsiasi momento il titolare del conto, mediante una lettera raccomandata A/R può decidere di recedere dal contratto stipulato con Findomestic. La lettera deve essere inviata a ‘Findomestic Conto Deposito CP6279 – 50127 Firenze. E’ possibile anche inviare un fax al numero 0552980146, dove si comunica la volontà di recedere dal contratto. Nelle 48 ore successive il fax deve essere obbligatoriamente seguito dalla raccomandata sopracitata. Una volta ricevuta l’A/R Findomestic entro 15 giorni lavorativi dovrà restituire al titolare i soldi presenti sul suo conto e chiudere definitivamente il contratto.

Anche Findomestic, nei casi specifici, può decidere di annullare il contratto ma deve comunicarlo al titolare con un preavviso di almeno due mesi. I casi possono essere: provvedimenti restrittivi della libertà personale dell’intestatario, eventi che possono avere delle conseguenze negative sulla situazione economica, patrimoniale o finanziaria dell’investitore, sequestro civile, insolvenza dell’intestatario del conto, sospetto di frode e molti altri.

Per quanto riguarda gli eventuali reclami, essi possono essere effettuati all’Ufficio Gestione Reclami che si trova a Firenze in via Jacopo da Diacceto, 48 – 50123 o inviando un’A/R sempre allo stesso indirizzo. In alternativa lo si può fare inviando una email di reclamo al seguente indirizzo di posta elettronica: findomestic_banca_pec@findomesticbanca.telecompost.it.

In un massimo di 30 giorni lavorativi, il richiedente riceverà risposta dall’ufficio e qualora non sia soddisfatto potrà in qualsiasi momento rivolgersi ad un organismo competente in materia o ad un’Autorità Giudiziaria come uno degli Organismi di Mediazione iscritti nell’apposito Registro tenuto dal Ministero della Giustizia, tipo il Conciliatore Bancario Finanziario, con sede a Roma avia delle Botteghe Oscure 54 o all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Se si desidera contattare il Conciliatore Bancario Finanziario, lo si può fare attraverso il sito www.conciliatorebancario.it.

Le modalità con le quali contattare l’ABF, invece, sono riportate su la ‘Guida Pratica per l’accesso all’Arbitro Bancario Finanziario’, reperibile sul sito Findomestic o presso la banca di riferimento. Altre informazioni sono reperibili invece, presso le filiali di Banca d’Italia o sul sito www.arbitrobancariofinanziario.it.

Prima di contattare l’Autorità Giudiziaria è opportuno che il cliente cerchi, per quanto possibile, di risolvere la questione direttamente con l’istituto di credito per evitare la complicazione e l’allungamento dei tempi di risoluzione del problema.