Conto Corrente Banco di Napoli 2019: costo apertura e info sul conto online a zero spese

Se avete bisogno di informazioni sul conto corrente del Banco di Napoli, questo è il posto giusto. Nel nostro articolo, infatti, percorreremo le linee guida del conto corrente, dal costo di apertura alle informazioni sul conto online a zero spese.

La doverosa premessa da fare è che il Banco di Napoli, una delle banche più antiche della nostra penisola, è stato acquisito dal gruppo Sanpaolo IMI circa venti anni fa, per poi passare, in seguito alla fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI, sotto il controllo del gruppo Intesa Sanpaolo. Di conseguenza le caratteristiche del conto corrente Banco di Napoli che illustreremo oggi sono dettate dall’uniformità che Intesa Sanpaolo ha “imposto” agli istituti che la compongono. Imposizione del tutto favorevole e vantaggiosa dato che il gruppo è una delle realtà più convenienti presenti nel panorama italiano. Inoltre, la varietà è un’altra delle caratteristiche che emergono come dimostrato dai numerosi conti correnti tra cui scegliere come il Conto Base, ricco di operazioni non a pagamento, e il Conto XME, ricco di funzionalità. Oggi, analizzeremo a fondo proprio quest’ultimo conto corrente, online a zero spese per un anno, che si presenta come una interessante e pratica soluzione.

Conto corrente Banco di Napoli: prime info sul conto online

XME, conto corrente del Banco di Napoli in quanto appartenente al Gruppo Intesa Sanpaolo, è una soluzione innovativa, dinamica e personalizzabile. Un mondo di servizi online e la possibilità di poterlo aprire telematicamente sono due dei vantaggi che sottolineano l’utilità e la convenienza di XME. Entrando nei dettagli si scopre come l’utente possa scegliere tra quattro profili, Start, Più, Super e l’offerta personalizzabile. Il primo profilo è dedicato a chi necessita di un conto per gestire le spese quotidiane e che utilizza poco le carte anche per effettuare pagamenti su internet. Si aprirà un conto pratico ed essenziale. Il secondo profilo è “classico”, rivolto agli utenti che si recano spesso in filiale per le diverse esigenze bancarie, che utilizzano le carte in maniera esclusiva per gli acquisti più importanti e che desiderano prodotti e consigli utili per gestire al meglio le proprie disponibilità. Il terzo profilo permette di aprire un conto online dinamico, ideale per la gestione telematica delle necessità quotidiane, per gli acquisti sicuri in internet e per avere a portata di un clic gli strumenti giusti per gestire le spese. Infine, l’ultimo profilo è esclusivo, dedicato a chi desidera servizi personalizzati ed utilizza spesso le carte di credito del Banco di Napoli.

Aprendo il conto corrente online XME, il titolare potrà attivare JiffyPay, il servizio gratuito che permette di effettuare velocemente e in sicurezza i pagamenti digitali presso i negozi convenzionati direttamente dal proprio smartphone o permette di trasferire denaro ai contatti della rubrica con accredito della cifre predisposta in tempo reale se chi la riceve ha precedentemente aderito al servizio.

Altra funzionalità del conto è denominata XME Salvadanaio, il servizio che consente di mettere da parte piccole somme di denaro che si vogliono risparmiare per soddisfare, poi, un progetto futuro. La periodicità dei versamenti è stabilita dall’utente e la cifra rimane costantemente a disposizione del titolare del conto che potrà usufruirne in qualsiasi momento desideri.

Costo di apertura del conto corrente del Banco di Napoli e canone mensile

L’informazione sui costi presenti in relazione al conto corrente del Banco di Napoli è una delle più importanti e richieste dai possibili clienti della banca Intesa Sanpaolo. Per quanto riguarda il conto online da noi oggi preso in esame, non prevede costi di apertura ma il pagamento di un canone mensile a partire da 6 euro. E’ attiva, invece, la promozione per cui acquistando una carta di credito connessa al conto per i primi 12 mesi il canone mensile è pari a zero.

Inclusi nel costo del canone mensile del conto corrente troviamo la domiciliazione delle utenze, l’accredito dello stipendio o della pensione, il libretto assegni e la O-Key Smart, la chiavetta virtuale che permette l’accesso alla banca online per servizi come i prestiti del Banco di Napoli che già abbiamo visto in precedenza. Inoltre, non sono previste spese aggiuntive per i prelievi dagli ATM del gruppo Intesa San Paolo né per il prelievo in filiale né per la richieda dei movimenti effettuata allo sportello. Il costo, invece, sarà di 2,00 euro di commissione per i prelievi effettuati presso gli ATM di gruppi bancari differenti, di 2,00 euro per i bonifici disposti nella filiale Intesa Sanpaolo, di 1,00 euro per i bonifici disposti telematicamente e di 0,70 euro qualora in filiale si richiedesse l’estratto conto cartaceo.

Se si ricerca un conto a zero spese si potrebbe optare per il conto base offerto da Intesa Sanpaolo, che azzera il canone mensile per coloro che posseggono un ISEE inferiore agli 8.000 euro ma riduce al minimo anche le operazioni effettuabili online gratuitamente andando a perdere le caratteristiche di praticità, convenienza e innovazione.