Conti deposito: rendimenti Marzo-Aprile

I conti deposito sono uno dei migliori strumenti per poter proteggere i propri risparmi e ottenerne, allo stesso tempo, un rendimento. Oggi, purtroppo, i rendimenti dei conti deposito sono scesi in maniera significativa, di pari passo con tutti gli altri prodotti finanziari. In questo periodo, infatti, stiamo assistendo ad una costante riduzione dei tassi di interesse a livello globale e se questo si riflette positivamente sui finanziamenti (ad esempio rendendo mutui e prestiti personali più convenienti), allo stesso tempo si riflette in negativo sui prodotti dedicati al risparmio come i buoni fruttiferi postali o, appunto, il conto deposito.

In questa guida cercheremo di capire quali sono i migliori conti deposito del momento e quali sono i rendimenti reali di questi prodotti tanto amati dalle famiglie italiane per via del bassissimo livello di rischio.

Conti deposito: i migliori di marzo – aprile

Cominciamo subito con lo scoprire quali sono i migliori conti deposito di questi mesi, sia per rendimento che per condizioni offerte ai propri clienti.

  • Rendimax: Si tratta di una soluzione davvero molto interessante. Al momento è lo strumento finanziario di questo tipo che offre il tasso di interesse maggiore per i capitali vincolati, ossia il 2,60% lordo annuo. Per chi, invece, vuole mantare liberi i propri risparmi il tasso di interesse scende allo 0,75% ma, ovviamente, in questo caso si può disporre dei soldi a proprio piacimento;
  • CHeBanca: se apri il conto con Chebanca prima del 15 Aprile hai diritto al 2% per tutti i tuoi risparmi vincolati per un minimo di 3 mesi (fino ad un massimo di 12 mesi). Si tratta di un conto deposito ad alto rendimento e viene proposto da una delle migliori banche online di tutto il panorama italiano. Per chi decide di non vincolare i propri soldi il tasso base è dello 0,50%.
  • IBLBanca: Un altro eccellente conto deposito che permette di ottenere altissimi rendimenti dai propri risparmi. In questo caso banca ibl offre un piano scalare, ossia più a lungo si vincolano i soldi e maggiore è il tasso di interesse annuo. Il tutto può partire dall’1,40% lordo, per chi vincola per 3 mesi, al 2% lordo per chi vincola per 2 anni. Per chi vuole lasciare i propri soldi non vincolati il tasso applicato è comunque eccellente, in quanto si attesta all’1,25%.

Conto deposito: è la migliore soluzione?

Ovviamente è molto difficile generalizzare e stabilire se il conto deposito sia, o meno, uno strumento finanziario valido per tutti. Quello che possiamo dire, senza paura di essere smentiti, è che al momento si tratta del miglior prodotto destinato a chi vuole mettere al sicuro i propri risparmi.

Leggi anche: conti deposito all’estero

Certo che se l’obiettivo è quello di ottenere il massimo rendimento possibile è ovvio che ci siano soluzioni molto più adatte, come gli investimenti finanziari. Ma questi, per loro natura, offrono un rischio davvero molto, molto elevato che non può essere in alcun modo contenuto entro i limiti e i canoni di un conto deposito. Pertanto se sei a caccia di alti rendimenti questo strumento non fa per te, ma se vuoi ottenere un piccolo rendimento dai tuoi risparmi senza correre rischi il conto deposito è sicuramente una delle soluzioni migliori.

Come abbiamo visto, infatti, il conto deposito è equiparato ad un normale conto bancario, pertanto tutti i depositi entro i 100 mila euro sono garantiti dalla cassa depositi e prestiti. Pertanto il cliente non dovrà rischiare nulla anche qualora la banca fallisse, ipotesi sempre molto remota visto che si tratta di prestigiose banche appartenenti ai più grandi gruppi bancari italiani.

Nel complesso consigliamo l’uso di questo strumento da parte di tutte le famiglie, i pensionati e le persone che in generale non hanno troppa dimestichezza con i prodotti finanziari e, quindi, non sono in grado di valutarne i rischi in maniera consapevole e appropriata.