Cambiare lavoro a 40 anni: come trovare nuovi stimoli nel 2019

Cambiare lavoro a 40 anni significa reinventare la propria vita, cominciare una nuova costruzione delle giornate con uno spirito determinato a non cedere alle paure e alle difficoltà.  Affronteremo questo delicato argomento cercando di capire come trovare nuovi stimoli nel 2019 che indirizzino verso un percorso di rinascita professionale e personale.

L’azienda che chiude, un ambiente di lavoro ostile, un trasferimento improvviso ma necessario, sono molteplici i motivi per i quali un quarantenne si potrebbe trovare nella condizione di dover cercare un nuovo lavoro. Parliamo di un’età in cui comincia a mancare la freschezza e la passione degli inizi di una attività lavorativa ma che può comunque regalare una voglia di innovazione e cambiamenti inaspettata. La routine, le abitudini quotidiane tendono a creare un equilibrio che la maggior parte delle persone ricercano e vederlo spezzato comporta disagi e preoccupazioni. Cercheremo di capire come affrontare le paure e accettare i cambiamenti per dare vita ad un nuovo inizio. Sono in molti, ad esempio, a trovare lavoro in Germania e in altri paesi anche in età non troppo giovanile: nulla è precluso!

A 40 anni cambio lavoro: quali nuovi stimoli è possibile trovare nel 2019?

La necessità di cambiare lavoro a 40 anni pone come primo obiettivo una riorganizzazione della propria vita che può generare paure e ansie. L’attaccamento alle abitudini è essenziale per gli uomini perché infonde sicurezza e una stabilità che permette di guardare al futuro in maniera serena. Nel momento in cui la routine manca, per una fattore serio e importante come la perdita del lavoro, il futuro immaginato svanisce e il solo pensiero di doverne costruire un altro spaventa. La situazione precaria in Italia, dal punto di vista dell’occupazione, sicuramente non aiuta a tenere viva una speranza di rinascita. Da qui nasce la fatidica domanda “Come trovare nuovi stimoli nel 2019?”.

Innanzitutto, la volontà di ricercare nuovi impulsi e stimoli deve partire dal quarantenne che deve trovare un lavoro diverso dal precedente. Deve mettersi in gioco in prima persona, naturalmente, e questo significa, in molti casi, abbandonare ciò che è stato fino  a quel momento e reinventarsi. Le strade inizialmente percorribili sono due, imparare un nuovo mestiere oppure mettersi in proprio e aprire un’attività contando sulle proprie forze. Iscriversi a corsi di formazione potrebbe essere la soluzione giusta per chi ha voglia di ampliare gli orizzonti ed occupare nuovi ruoli, imparare lingue per trovare lavoro è altrettanto importante. Riprendere gli studi universitari potrebbe aiutare a raggiungere una diversa posizione occupazionale e partire dai 40 anni per intraprendere una carriera soddisfacente.

Sicuramente saranno tanti i pregiudizi sull’età che si incontreranno durante il percorso formativo. Per superarli occorrerà concentrarsi sull’obiettivo creato dopo aver deciso di cambiare lavoro, la riorganizzazione della propria vita, e ignorare, per esempio, che la persona con cui si avrà un colloquio avrà dieci anni in meno di te. I punti di forza dai quali si trarranno nuovi stimoli sono le passioni che dovrebbero essere utilizzate per inventarsi un nuovo lavoro. Arriviamo, così, alla seconda strada possibile, quella che prevede l’apertura di una attività in proprio.

Come cambiare lavoro a 40 anni partendo dalle proprie passioni

Il motore della vita sono le passioni ed è da queste che occorre partire per reinventarsi un lavoro. Ti piace cucinare? Nel 2019 stanno avendo molto successo gli Home Restaurant. Basta avere uno spazio nella propria casa in cui poter ospitare clienti che desiderano assaggiare una cucina casalinga ma di qualità. Se, invece, avete un’altra idea imprenditoriale, come l’apertura di una gelateria, di un negozio di abbigliamento, di una pizzeria potete affidarvi al Franchising Conto Vendita per cui non si necessita, in alcuni casi, di un investimento iniziale.

Riuscire a creare una buona rete di contatti per promuovere la propria attività è, oggi, un compito agevolato dall’utilizzo dei social network. Pubblicità gratuita tra i propri conoscenti e, perché no, promozioni avanzate online aiuteranno ad avviare la nuova idea lavorativa. Restando all’interno degli stimoli che offre il web, ci inoltriamo in altre possibilità di cambiare lavoro a 40 anni pur rimanendo nell’ambito lavorativo di appartenenza. Con gli anni, ognuno di noi matura un’esperienza importante nel settore in cui opera. Se la soluzione fosse semplicemente quella di reinventare il lavoro proponendolo in un modo differente? Non avete un più un posto in azienda? Iniziate a svolgere il vostro mestiere come freelance, “sfruttando” il web per farvi pubblicità e monetizzare il vostro operato. Inizialmente  potrebbe non essere facile e i guadagni inferiori rispetto allo stipendio fisso. Solo la determinazione, la professionalità e un pizzico di fortuna vi potranno aiutare nel reinserimento del mondo del lavoro.