Azioni PayPal 2020: come investire, andamento e previsioni

Se la vostra volontà è di conoscere meglio le azioni PayPal per capire se rappresentano l’investimento giusto da effettuare siete approdati nell’articolo che fa al caso vostro. Oggi, infatti, scopriremo l’andamento delle azioni in questione, le previsioni sulle quotazioni future e capiremo come speculare per mettere in atto una strategia di investimento vincente. A tal proposito è opportuno iniziare avvicinandosi al gruppo per appurare le sue attività e la parte di volume d’affari che sono in grado di generare.

PayPal è un sistema di pagamento online per procedere con acquisti telematici in sicurezza da tutti conosciuto ma ciò che in molti ignorano è che il gruppo artefice di questo strumento è una delle maggiori imprese statunitensi quotate in Borsa. Parliamo dell’azienda che corrisponde al nome di PayPal Holding e che opera come attore principale nell’ambito dei servizi di pagamento online avendo ideato un sistema innovativo che consente sia ai privati che alle imprese di realizzare semplicemente transazioni di pagamento online e di trasferire e prelevare fondi con altrettanta facilità. Il gruppo realizza oltre il 53% dei volumi d’affari solo negli Stati Uniti, l’11% nel Regno Unito e la restante percentuale nel resto del mondo. La storia di forza e affidabilità di PayPal Holding lasciano intuire una forte e stabile presenza in Borsa indice di un investimento vantaggioso per i trader. La nostra intuizione è corretta?

Andamento e previsioni delle Azioni PayPal nel 2020

Le azioni PayPal sono attualmente quotate nel NASDAQ Global Select Market negli USA ed integrano il calcolo dell’indice borsistico NASDAQ 100. Nel momento in cui l’articolo viene scritto, il valore del titolo si attesta sui 155,26 euro con un rialzo dell’1,45% rispetto alla chiusura precedente. Gli ultimi mesi non sono stati facili per le azioni del gruppo statunitense data l’intensità e le problematiche legate alla pandemia mondiale ma il titolo risulta in ripresa e ad oggi segna una quotazione mai raggiunta in cinque anni. L’andamento delle azioni PayPal, dunque, è in costante rialzo ed è possibile affermare che ha avuto una escalation direttamente proporzionale all’aumento della fama di PayPal come strumento di pagamento. Studiando l’andamento nel tempo si capirà meglio questa affermazione.

PayPal Holding è entrata in Borsa nel luglio del 2014 e il prezzo di ogni azione era di circa 33,00 euro (37 dollari). In due anni il gruppo ha registrato un aumento del fatturato del 35% passando da un margine operativo lordo di 1,78 miliardi di dollari a 2,31 miliardi ed ottenendo una riduzione di 0,93 punti dell’Ebitda margin, l’indicatore economico che descrive il risultato aziendale. Il risultato operativo è aumentato dal 2014 al 2016 così come l’utile d’esercizio e il patrimonio netto del gruppo. Le quotazioni in questo periodo si sono sempre mantenute al di sotto di 40,00 e hanno superato questa cifra l’anno successivo, nel 2017. In 12 mesi il prezzo del titolo è passato da 41,00 a 75,00 euro con una crescita costante che ha seguito di pari passo l’affermazione dello strumento di pagamento sul mercato mondiale. Se nel 2016 l’azienda ha iniziato una collaborazione con Mastercard e Visa, due grandi gruppi di fama mondiale di carte di credito, nel 2017 ha stretto altre importanti partnership con i gruppi Aon e Europ Assistance con lo scopo di proporre ai clienti un programma di assicurazione sull’annullamento gratuito dei viaggi e con Samsung e Apple rispettivamente per il servizio Samsung Pay e per gli acquisti su iTunes, Apple Music, iBooks e Apple Store.

Il rialzo delle quotazioni è stato registrato anche nel 2018 e nel 2019. Naturalmente ci sono state oscillazioni nell’andamento con ribassi del prezzo del titolo ma la ripresa è sempre risultata essere rapida e sicura tanto da arrivare a segnare nel febbraio del 2020 una quotazione pari a 123,91. Tra il febbraio e l’aprile dell’anno in corso, però, si è registrato un forte ribasso a causa della pandemia dovuta al diffondersi del Coronavirus. La punta più bassa ha registrato un prezzo di 85,26 euro ad azione ma è stata seguita da una ripresa che ha permesso al gruppo di arrivare al picco massimo della quotazione da quando è in Borsa, ossia 159,91 il 10 giugno 2020.

Un rialzo così importante dopo un periodo difficile è possibile solo se l’azienda presenta dei punti di forza di notevole importanza che lasciano trapelare ottimismo anche in relazione alle future quotazioni. Volendo effettuare delle previsioni nel medio e lungo termine delle azioni PayPal occorre considerare proprio questi punti di forza ma anche le debolezze del gruppo statunitense. Solo in questo modo si potranno identificare le capacità di sviluppo delle attività nel futuro e la possibile crescita nei prossimi anni. L’azienda è nota a livello mondiale per essere una infrastruttura online altamente affidabile e sicura, dato che crea fiducia nei clienti e una costante acquisizione di nuova clientela. In più, proprio l’internazionalità del gruppo è elemento di forza visto che attraverso lo strumento di pagamento è possibile per utenti sparsi per il mondo di effettuare acquisti e vendite con facilità telematicamente. Ricordiamo che PayPal è disponibile in 24 valute differenti e che raggiunge ben 190 mercati. Un altro punto di forza che lascia prospettare delle previsioni future in positivo per le azioni PayPal è l’assenza di necessità per l’azienda di fare grossi investimenti in marketing e pubblicità dato che la notorietà cresce grazie al passaparola di chi utilizza il comodo e sicuro metodo di pagamento. Un difetto del gruppo, invece, riguarda il facile assoggettamento alle frodi, problema che è seguito con attenzione dall’azienda per cercare di garantire la massima privacy ai clienti. Infine, l’azienda dovrà cercare una maggiore affermazione anche nei paesi emergenti per far crescere ulteriormente le proprie attività e fornire maggiore sicurezza agli investitori in relazione alla ricerca di guadagni interessanti.

In generale, le ipotesi degli analisti considerano tre possibili strade che le azioni PayPal potrebbero intraprendere nei prossimi 12 mesi. L’opzione più ottimista vede la quotazione toccare un massimo storico di 183,00 euro e suggerisce l’acquisto immediato delle azioni PayPal. L’ottimismo nasce dalla considerazione che i progetti del gruppo sono tanti e volti proprio ad eliminare i difetti dell’azienda oltre che a contrastare in maniera efficace la concorrenza. L’obiettivo primario del gruppo è quello di diventare leader indiscusso dei pagamenti digitali continuando il trend rialzista delle quotazioni e le basi per raggiungerlo sembrano solide e consistenti.

Dopo aver delineato i contorni del gruppo PayPal Holding è arrivato il momento di capire come investire nelle sue azioni per cercare di ottenere profitti interessanti.

Come investire in azioni PayPal nel 2020

La volontà di investire nelle azioni PayPal per ottenere interessanti guadagni porta la necessità di conoscere i metodi migliori per acquistare il titolo. Notoriamente, il metodo più economico e remunerativo per comprare le azioni in questione è tramite i broker CFD e le piattaforme che mettono a disposizione dei trader, principianti o esperti. L’acquisto in banca, infatti, pur essendo molto sicuro non è consigliato dal punto di vista economico in quanto determina la necessità di aprire un conto titoli, comporta commissioni elevate, offre un’assistenza spesso non utile ed esige la presenza di un capitale considerevole. Al contrario, i broker di CFD assottigliano la negoziazione e la rendono priva di commissioni oltre che caratterizzata dalla presenza di un capitale anche esiguo (basta un deposito di 100/200,00 euro per cominciare a fare trading di azioni PayPal). Inoltre, le piattaforme online danno la possibilità di vendere allo scoperto speculando, così, non solo sul rialzo del titolo ma anche sul ribasso e consentono l’utilizzo della leva finanziaria per l’investimento di cifre più elevate rispetto al capitale versato. Starete pensando che la sicurezza offerta non sia la stessa delle banche ma in realtà facendo riferimento ai giusti broker si potrà approfittare di un’elevata affidabilità garantita dall’ente di vigilanza Consob. Quali sono queste piattaforme di trading sicure e semplici da utilizzare?

Iniziamo proponendo e-Toro per fare trading con CFD sulle azioni PayPal. La piattaforma è consigliata soprattutto per i trader principianti grazie all’interfaccia intuitiva e alla presenza di pochi passaggi per investire. Questa semplicità non deve far dubitare della completezza del broker e delle funzionalità offerte. Il trader potrà visualizzare i grafici dell’andamento delle azioni, utilizzare indicatori e approfittare del conto demo per iniziare a speculare senza usare soldi reali. Una volta identificate le azioni PYPL si potrà decidere se comprare o vendere inserendo la quantità di contratti che si desidera negoziare e poi bisognerà attendere il movimento del prezzo. E’ consigliabile investire nelle azioni PayPal e in qualsiasi altro titolo attenuando i rischi con lo Stop Loss che permetterà di proteggere il trader e il suo capitale da movimenti contrari limitando le perdite. Indovinando la previsione si potrà chiudere la posizione nel momento in cui il guadagno risulterà soddisfacente. Investire in PayPal con e-Toro è ottimale se si è trader principianti per la possibilità di operare in maniera automatica grazie al Copy Trader. Parliamo dell’operazione che consente di “copiare” l’operato dei trader più esperti che si potranno scegliere da una lista completa di indicazioni sull’affidabilità e le vittorie dello speculatore.

Altre piattaforme di broker da provare sono Plus500 e 24Option. Il funzionamento è simile e i servizi proposti potranno essere utilizzati per aumentare la dimestichezza con il trading online e con la speculazione sulle azioni PayPal. Effettuando le giuste previsioni si potranno ottenere i guadagni sperati in breve tempo dando una svolta positiva alla seconda parte del 2020.