Azioni Google 2019: quotazione, andamento, previsioni, come comprare e investire oggi

Data l’imponenza dell’azienda e l’utilizzo di Google a livello mondiale viene da pensare che comprare le azioni Alphabet INC sia fonte di guadagno certo, ma è veramente così? Lo scopriremo approfondendo la conoscenza con la quotazione in tempo reale delle azioni, l’andamento nel tempo e le previsioni future. Infine, capire come comprare ed investire oggi stesso nelle Azioni Google 2019.

Azioni Google 2019: quotazione in tempo reale, andamento e previsioni future

Alphabet include l’azienda madre di Google e altre società sussidiare nei settori della tecnologia, delle scienze naturali, dell’investimento di capitali e della ricerca. Incluse nella struttura societaria ci sono, oltre al più famoso motore di ricerca, anche il canale video YouTube, Google Ventures, Google Capital, Google X e altre aziende, tutte corrispondenti al dominio https://abc.xyz/. La società risulta, dunque, ben consolidata ma le sue azioni sono altrettanto solide? Per scoprirlo occorrerà valutare la quotazione di oggi e l’andamento nel tempo per poi conoscere l’opinione degli analisti sulle previsioni future del valore del titolo.

Nel momento in cui l’articolo viene scritto, la quotazione delle azioni Alphabet si attesta sui 1.206,00 USD con un calo percentuale di 1,24% rispetto la chiusura precedente. Il volume totale risulta essere di 856.722, la volatilità giornaliera è di 1,832, la deviazione standard è di 1,832 mentre il value at risk è stimato di 4,626 punti. Ricordiamo che la volatilità è l’ampiezza delle fluttuazioni del prezzo del titolo su base giornaliera (maggiore sarà la volatilità, più elevato sarà il rendimento) mentre il value at risk è la misura statistica del rischio di mercato che sintetizza il rischio partendo da una distribuzione di probabilità dei potenziali profitti e delle possibili perdite. La performance dell’ultima settimana ha visto un calo percentuale del 3,21% mentre allungando il periodo di considerazione all’ultimo mese, le azioni hanno registrato un aumento percentuale di +3,12%. Minima crescita se si considerano gli ultimi sei mesi, +0,04%, mentre l’anno in corso ha visto registrare un calo dello 0,14%. Lo status di medio periodo, dunque, ribadisce il trend positivo di Alphabet mentre nel breve periodo si può evidenziare un andamento più lento, meno intenso rispetto alla tendenza rialzista che ha visto toccare i 1.232,7 USD portando ad ipotizzare un trend ribassista fino a 1,777,5 USD.

Studiando l’andamento nel tempo delle azioni Google si nota come nell’arco di cinque anni il valore abbia avuto una crescita esponenziale partendo da una quotazione di 586,25 USD del 3 ottobre 2014 fino a superare, oggi, i 1.200 USD. Possiamo dire che la crescita del valore delle azioni è andata di pari passo con lo sviluppo costante dell’azienda. Naturalmente, i fattori che influenzano il prezzo di una azione sono molteplici, alcuni prevedibili altri meno. Le varianti che entrano in gioco sono non solo relative alla forza dell’azienda ma anche ai fattori economici globali. Ecco perché nell’elaborazione di previsioni future occorrerà prendere in considerazione la politica monetaria che determina la competitività di un’azienda a livello internazionale, la prospettiva economica, i conflitti economici e politici, l’inflazione e la deflazione, la politica economica e il valore della moneta.

Nell’ottica attuale, gli analisti affermano che la bassa volatilità giornaliera evidenzia una stabilità del trend delle azioni Alphabet che rende interessante l’acquisto del titolo soprattutto da parte degli investitori che non desiderano registrare alti livelli di perdite e contemporaneamente si accontentano di rendimenti non elevati. Il consiglio è di una operatività di medio periodo dato l’interesse del mercato in questo periodo in crescita come dimostrato dall’incremento del numero di volumi scambiati in relazione alla media mobile dei volumi dell’ultimo mese.

In generale, le previsioni indicano trend futuri con margini positivi ma inferiori rispetto al decennio appena passato. Alla base c’è la scelta di investire in settori e business con margini di guadagno fisiologicamente inferiori. Dall’altra parte, si pensa che si assisterà ad un ulteriore consolidamento della struttura economica e finanziaria delle azioni Google e dell’azienda stessa e, di conseguenza, si ritornerà, dopo un periodo di assestamento, ad un aumento del margine di crescita.

Come acquistare e investire su azioni Google nel 2019

Attratti dalla solidità dell’azienda madre del più noto motore di ricerca a livello globale si potrebbe decidere di investire nelle azioni Alphabet, denominazione data alle azioni Google. L’ambito di azione è il mercato tecnologico Nasqad dove sono quotati big come Facebook, Apple, Cisco e Yahoo. L’entrata c’è stata nel 2004 con un valore di 85,00 dollari per arrivare, oggi, ad un incremento del 550%. Le modalità per acquistare e investire le azioni Alphabet si distinguono in dirette o indirette. Nel primo caso, l’investitore procederà acquistando direttamente le azioni in Borsa sfruttando, per esempio, la propria banca online oppure recandosi direttamente presso uno sportello dell’istituto di credito. Questa opzione prevede il pagamento di commissioni che andrebbero ad influire negativamente sulle possibilità di guadagno ed uno studio approfondito del momento ideale per acquistare, non appena si dovesse cogliere un possibile rialzo dei valori nei titoli a breve termine. L’acquisto, d’altra parte, significherebbe porre in essere un impiego diretto nel capitale dell’azienda, inserendo il titolo nel proprio portafoglio amministro e essendo a conoscenza del fatto che i guadagni si otterrebbero solamente con un aumento delle quotazioni delle azioni. Possiamo affermare che la scelta di agire attraverso l’home banking è da riservare a trader esperti che sappiano muoversi efficacemente sui mercati finanziari, conoscano bene le strategie di guadagno e abbiano la pazienza di attendere per avere dei rientri economici.

I trader meno esperti o desiderosi di investire senza procedere ad un vero e proprio acquisto possono seguire la seconda modalità prima citata, quella che agisce indirettamente. Parliamo dell’utilizzo di broker finanziari online che consentono di praticare trading in sicurezza attraverso le loro piattaforme, calcolando i rischi di perdita del capitale in cui si potrebbe incorrere. Ciò non significa che con il trading online si possa investire nelle azioni Google senza una adeguata conoscenza dei mercati finanziari e senza saper studiare gli andamenti dei titoli. Come in ogni articolo dedicato agli investimenti ricordiamo che il trading, pur risultando semplice da praticare, non è un gioco e comporta la possibilità di perdite sostanziose del denaro risparmiato. Per questo motivo ogni utente che si avvicina al mondo degli investimenti online dovrà avere alle spalle solide conoscenze finanziarie che gli consentano di gestire con consapevolezza le piattaforme dei broker.

Grazie ai mediatori online, l’investitore potrà accedere ai CFD con cui scommettere sulle azioni Google indipendentemente dalla tendenza del momento ma basandosi su una valutazione della società e sul pronostico delle previsioni del livello di domanda e offerta e dell’andamento dei valore dell’azione. Il trader, in base alla propria personale previsione, deciderà se puntare al rialzo o al ribasso e al momento della chiusura conoscerà il risultato della propria speculazione. Non ci sarà alcun acquisto diretto delle azioni ma la possibilità di sottoscrivere un contratto verso il broker esprimendo la previsione di crescita o ribasso delle quotazioni dell’asset sottostante. Il beneficio nel caso di previsione corretta sarà proporzionale all’ampiezza del movimento del prezzo. Investire in CFD consente, poi, di utilizzare la leva finanziaria, un moltiplicatore degli effetti del trade effettuato aumentando, però, i rischi dell’investimento.

Dopo aver capito la differenza tra acquisto e investimento delle azioni Google e spiegato il funzionamento dei CFD è arrivato il momento di citare alcune tra le migliori piattaforme di broker presenti sul mercato. Si possono definire come “migliori” in quanto sicure, affidabili e regolamentate ma anche perché consentono di approfondire la conoscenza con il trading online sia assistendo a dei tutorial sia approfittando del conto demo per provare ad investire utilizzando soldi non veri. Inoltre, la maggior parte delle piattaforme non prevedono commissioni né costi aggiuntivi. 24 Option e eToro sono i broker preferiti dagli investitori che decidono di investire nelle azioni Alphabet. La prima piattaforma si presenta come minimalista e chiaramente comprensibile, fornisce un servizio di assistenza 24 ore su 24 e la possibilità di praticare trading senza commissioni su tutti i mercati finanziari. In più, offre gratuitamente gli strumenti ideali per compiere le scelte giuste, come i segnali di trading e un corso online per i trader con esperienza minima nel mondo della speculazione. Ottimo, poi, il servizio offerto da eToro, piattaforma preferita dai trader meno esperti e strutturata come un social network della finanza. E’ possibile conversare con altri trader e “copiare” le mosse dei trader più esperti ed, inoltre, è possibile utilizzare la modalità demo per tutto il tempo necessario.