Assicurazione Roulotte 2020: costo della polizza, quando è obbligatoria, polizza furto e incendio

Quando è obbligatorio stipulare una Assicurazione sulla Roulotte e qual è il costo della polizza? La caravan, chiamata più comunemente roulotte, è la soluzione ideale per vivere una vacanza non convenzionale, a contatto diretto con la natura e in totale libertà. Viaggiare in roulotte significa spostarsi da un luogo all’altro dell’Italia, per scoprire le meraviglie che la nostra penisola offre senza dover limitarsi ad un borgo, un lago, un paesaggio di montagna per viaggio, limite imposto soggiornando in un hotel. Questa piccola casa da portarsi dietro deve, però, essere assicurata insieme all’auto trainante e l’automobilista deve essere a conoscenza di alcune precise condizioni e regole da seguire nel momento in cui si decide di acquistare una caravan. Non sempre, infatti, la polizza è obbligatoria ed esistono, poi, coperture differenti in base all’uso della roulotte. Le informazioni da ottenere sono molteplici, tutte indispensabili per poter viaggiare con una roulotte al seguito senza incorrere in problematiche o sanzioni. Vediamo, allora, quando l’Assicurazione Roulotte è obbligatoria, cosa copre (per esempio il furto e incendio) e come stimare un costo della polizza in questione per prepararsi al meglio alla vacanza in roulotte prevista per il 2020.

Quando è obbligatoria l’Assicurazione sulla Roulotte, cosa copre, polizza furto e incendio

Il codice della strada definisce la roulotte come “rimorchi ad un asse o a due assi posti a distanza non superiore ad un metro, aventi speciale carrozzeria ed attrezzi per essere adibiti ad alloggio esclusivamente a veicolo fermo”. Secondo questa categorizzazione, è soggetta obbligatoriamente solo all’assicurazione statica. La polizza obbligatoria copre, così, il rischio statico quando la casa trasportabile è ferma su una strada pubblica. Nel momento in cui è in movimento, invece, è la polizza del veicolo trainante a coprire il rischio di responsabilità civile e tutti i danni che potrebbero essere causati dall’eventualità in cui la roulotte si staccasse dal gancio traino durante il trasporto. Di conseguenza, l’assicurazione dell’auto che traina la roulotte deve avere l’estensione al complesso unitario circolante.

La sosta permanente sui piedini, invece, non è soggetta a polizza obbligatoria ma è facoltativa per l’automobilista. Non occorre dunque assicurare la roulotte per il periodo in cui  ferma, ad esempio, in un campeggio. Detto questo, è consigliabile tutelare la roulotte proteggendola quanto meno da eventuali danni causati dalle intemperie. Le assicurazioni roulotte danno, infatti, la possibilità di scegliere tra vari tipi di garanzie quelle più vicine alla soddisfazione delle proprie esigenze. Citiamo la polizza effetti, che copre gli oggetti trasportati nella roulotte che subiscono un danno a causa di un incidente. Non viene, dunque, assicurato solo il mezzo ma anche ciò che è al suo interno. Questa tipologia di assicurazione potrebbe prevedere una franchigia a seconda dell’assicurazione scelta per la tutela della roulotte. Il rimborso massimo farebbe dunque riferimento alla cifra stabilita in fase di contrattazione, durante la stipula del contratto stesso. Spesso la copertura appena citata viene associata ad una polizza casco parziale che rimborsa i danni al mezzo causati da eventi naturali, eventi dolosi, rottura del vetro oppure da furti ( non coperti dall’assicurazione responsabilità civile obbligatoria collegata all’auto trainante). In più, è possibile optare per la polizza casco collisione che rende la copertura più completa dato che sono inclusi i danni causati da incidenti che provocano la necessità di riparare la roulotte per la collisione, graffi o la colorazione.

Le garanzie aggiuntive non sono assolutamente obbligatorie ma rappresentano una tutela importante in molti casi per il proprietario della roulotte. La polizza furto ed incendio, nello specifico è la garanzia maggiormente ricercata da chi fa sostare il mezzo permanentemente in un campeggio. Come detto in precedenza, in questo caso non è obbligatorio sottoscrivere alcun tipo di assicurazione ma è altamente consigliabile stipulare almeno una polizza furto ed incendio per ovvi motivi. In un campeggio, per esempio, l’utilizzo di un barbecue o di un fornelletto potrebbe causare un incendio e provocare danni al proprio mezzo così come lasciare per un lungo periodo la roulotte ferma nella piazzola potrebbe attirare l’interesse di qualche malintenzionato. Per ovviare a tali problematiche, si potrebbe scegliere un’assicurazione specifica e completa che unisce la copertura per la responsabilità civile ad altre garanzie, gratuitamente.

Facciamo riferimento, per esempio, alla proposta di Genialloyd che copre i danni che la roulotte può causare a terzi includendo nella polizza la responsabilità civile dei trasportati, la responsabilità civile per fatto dei figli minori, il soccorso vittime della strada, la rinuncia alla rivalsa, il ricorso terzi da incendio. In più, si può aggiungere la garanzia incendio e furto che prevede il rimborso dei danni (parziale o totale) subiti dalla roulotte e causati da un incendio, un’esplosione, una rapina o un furto. Il massimo della copertura è di 2.500,00 euro e l’assicurazione copre anche gli incendi causati da eventi socio-politici come scioperi, sommosse, tumulti, vandalismo, gli atti vandalici conseguenti al furto del mezzo e i danni provocati al caravan per il furto di oggetti contenuti al suo interno escludendo le cose rubate. La garanzia in questione opera con uno scoperto del 10% minimo di 250,00 euro o di 500,00 euro in base alla scelta nel preventivo. E’ possibile rendere ancora più completa la garanzia furto e incendio con una estensione dell’assicurazione roulotte che copra i danni al contenuto dei veicolo, le spese di rimozione e parcheggio, le spese di lavaggio e disinfezione, le spesa per sottrazione e smarrimento delle chiavi e i danni indiretti che causano l’impossibilità di utilizzare il mezzo in seguito al furto o all’incendio.

Obbligatorietà o meno, la scelta delle garanzie da acquistare a tutela della propria roulotte è determinante al fine di stabilire il costo della polizza che si dovrà corrispondete alla compagnia assicurativa scelta. Vediamo come richiedere un preventivo e conoscere, così, il prezzo dell’assicurazione roulotte nel 2020.

Costo dell’assicurazione per la Roulotte: come effettuare un preventivo

Prima di capire come calcolare il possibile costo dell’assicurazione roulotte è bene sottolineare ancora una volta come la polizza sia obbligatoria solamente nel momento in cui il mezzo è fermo. Durante il movimento la polizza che copre la roulotte è la stessa dell’auto trainante ma occorre considerare come sia necessario avere e dichiarare il gancio di traino omologato da installare dopo aver avuto l’autorizzazione della motorizzazione civile. La modifica dell’auto causata dall’aggiunta del gancio di traino dovrà essere segnalata anche alla compagnia assicurativa che provvederà ad aumentare il costo del premio annuo della polizza auto. Non è detto che questo aumento sia previsto da tutte le compagnie assicurative, alcuni premi potrebbero rimanere invariati mentre altri potrebbero essere sottoposti ad un aumento del 4/5% all’annuo. Tale percentuale potrebbe già consentire di calcolare un costo approssimativo dell’assicurazione roulette in base al prezzo del premio che si corrisponde annualmente per la propria auto. Procedendo con la dichiarazione del gancio di traino, la tipologia di assicurazione verrà modificata aggiungendo il rimorchio e si potrà spostare la roulotte in tranquillità.

La polizza obbligatoria relativa al rischio statico, invece, prevede un costo aggiuntivo di circa 45-50 euro all’anno. Influiranno sull’importo definitivo il modello di roulotte in proprio possesso e la compagnia assicurativa scelta. Genialloyd, per esempio, propone un premio annuo di 52,00 euro che include un massimale di 12 milioni di euro per sinistro e nessuna franchigia, per il rischio statico di rimorchi delle autovetture immatricolati con targa propria. La copertura in questione opera nel momento in cui il rimorchio è staccato dal veicolo trainante e durante le manovre necessarie per l’aggancio della roulotte e il suo posizionamento nella sosta. Altre proposte da consultare sono quelle di Allianz, Linear e Cattolica Assicurazioni. I costi variano ma risultano molto convenienti con Allianz – proposte anche a partire dai 20,00 euro per l’assicurazione statica – e con Cattolica – premi di 32,00 euro in alcuni casi. Per conoscere il costo personalizzato in base al proprio modello di roulotte è bene procedere con la richiesta di un preventivo avendo a portata di mano la targa del mezzo e la documentazione relativa alla roulotte stessa e al mezzo trainante.

Aggiungendo ulteriori garanzie a protezione del caravan, i costi si alzeranno e possono variare da poco più di 100,00 euro fino a superare i 300,00 euro di premio annuale a seconda delle tutele che si desiderano includere nell’assicurazione Roulotte. Toninelli, per esempio, propone un pacchetto con rischio statico, soccorso stradale e danni a terzi in caso di incendi a 100,00 euro e un pacchetto che include i danni causati da agenti atmosferici, furto, scasso, rimorchio in caso di rottura all’auto o alla roulotte a circa 300,00 euro. Basilese Assicurazioni è un’altra compagnia da consultare per l’Assicurazione Roulotte se il desiderio è quello di pagare un unico premio che includa più garanzie, come la casco collisione, i danni alla roulotte o al rimorchio o i danni agli effetti trasportati nel mezzo.

Le polizze, dunque, sono completamente personalizzabili in base alle proprie esigenze. Per questo motivo i costi del premio variano e non sono definibili in maniera univoca. Variano anche da compagnia compagnia, perciò sarà fondamentale richiedere più preventivi prima di scegliere la soluzione più idonea per tutelare la roulotte sia quando è in sosta sia quando è in movimento e ricoprire, così, sia gli obblighi di Legge sia le necessità dettate da una esigenza personale di tutela del proprio mezzo.