Assicurazione Rimorchio Auto 2020: polizza obbligatoria carrello per trasporto cose, costo e regolamento

Quando l’Assicurazione sul Rimorchio Auto è obbligatoria? Per quanto riguarda l’utilizzo del rimorchio la Legge prevede delle restrizioni e un regolamento che è bene conoscere per non rischiare di incorrere in sanzioni. La polizza relativa al rimorchio diventa obbligatoria per il rischio statico, ossia la possibilità che il rimorchio stesso causi danni a terzi nel momento in cui è fermo o manovrato a mano.

L’assicurazione a copertura della responsabilità civile per i danni derivanti dal rimorchio nel momento in cui sta circolando, invece, è facoltativa dato che quando il rimorchio è attaccato ad una motrice la responsabilità per i danni che potrebbero essere provocati è coperta dall’assicurazione obbligatoria stipulata dall’auto trainante. E’ il rimorchio isolato, non trainato dalla motrice, dunque, a necessitare obbligatoriamente di una polizza con copertura del rischio statico per garantire un presunto risarcimento per danni a cose o persone. Tale obbligo è valido per le aree pubbliche e private che sono aperte alla circolazione di un certo numero di persone. Nel momento in cui il rimorchio circola trainato da un’auto sarà l’assicurazione della motrice a coprire la responsabilità civile per i danni causati e risulta, così, indipendente dalla sottoscrizione di una polizza che includa la copertura del rimorchio per rischio dinamico. Dopo aver chiarito l’obbligatorietà dell’Assicurazione Rimorchio Auto approfondiremo il regolamento che disciplina la polizza e il costo dell’assicurazione.

Regolamento Assicurazione Rimorchio Auto obbligatoria per trasporto cose nel 2020

I rimorchi sono definiti dal Codice della Strada come veicoli destinati ad essere trainati che possono trasportare un numero vario di cose che la sola auto non riuscirebbe a trasportare. Il trasporto di oggetti fa riferimento ad una delle tante tipologie di rimorchio. Ricordiamo i rimorchi ad uso speciale, quelli per il trasporto di persone, i caravan, ma questi esulano dal nostro interesse oggi che è incentrato, invece, sui rimorchi che trasportano cose. Possono essere utili nei lunghi spostamenti e nel momento della circolazione sarà l’assicurazione della motrice a coprire i danni causati dal rimorchio. Le cose cambiano nel momento in cui il rimorchio è fermo e staccato dall’auto. Il proprietario avrà, in questo caso, l’obbligo di sottoscrivere una polizza a copertura dei rischi da responsabilità civile per danni. Occorre avanzare un’altra precisazione che distingue un carrello appendice da un rimorchio vero e proprio. Nel primo caso non è necessaria alcuna copertura assicurativa e si potrà scegliere autonomamente se sottoscrivere una polizza per rischio statico o meno, nel secondo caso se il rimorchio viene dotato di targa e di carta di circolazione si ha l’obbligo dell’assicurazione.

Ritornando alla definizione di rimorchio come di un veicolo, il regolamento stabilisce che per trainarlo occorre essere in possesso di una patente di guida che conceda di poterlo condurre su strada. Se il rimorchio presenta un peso inferiore o pari ai 750 kg è sufficiente la patente di guida di tipo B mentre una massa superiore comporterebbe il possesso di una licenza BE o B96. Da regolamento, poi, il conducente trainante il rimorchio dovrà controllare che la massa rimorchiabile, indicata come 01 sul libretto della motrice non superi la massa effettiva del rimorchio. In più, occorrerà verificare il valore presente nel campo F2 e dividerlo per quello indicato sul libretto della motrice nel medesimo campo per ottenere il rapporto di traino. Tale rapporto, per Legge, non dovrà superare o,5 nel caso in cui il rimorchio non abbia freni. Qualora li avesse, invece, il rapporto di traino potrebbe arrivare a 1 (1.5 se la motrice è un fuoristrada).

Il regolamento sulla polizza assicurativa di un rimorchio, poi, stabilisce come la revisione debba essere annuale per i rimorchi di massa superiore alle 3,5 tonnellate. Un mezzo più piccolo, invece, potrà essere revisionato contemporaneamente alla motrice dato che si tratta di una parte integrante. E’ bene sottolineare, poi, come la targa del rimorchio che viene immatricolato debba essere differente dalla targa dell’auto trainante. Non si può, dunque, togliere la targa alla motrice per applicarla sul rimorchio. Sono i carrelli appendice a poter usufruire di questa possibilità dato che la Legge prevede l’utilizzo di una targa ripetitrice.

Avere un carrello per il trasporto delle cose, dunque, presuppone la conoscenza di molte indicazioni che variano in base alla tipologia di rimorchio, al peso e alla motrice. Il regolamento è chiaro in relazione ad alcuni aspetti ma per altre questioni risulta più enigmatico specialmente riguardo l’assicurazione distinta tra carrello appendice e rimorchio vero e proprio, immatricolato e con targa propria. Per sciogliere ogni dubbio è consigliabile recarsi alla compagnia assicurativa e scoprire se l’appendice che si intende acquistare appartiene alla categoria carrello o rimorchio riuscendo così a capire l’obbligatorietà o meno di sottoscrizione della polizza. In ogni caso, per il rischio dinamico occorrerà che l’automobilista informi la compagnia assicurativa della presenza di un gancio da traino omologato dato che nel momento in cui il rimorchio risulta essere attaccato alla motrice sarà, come già ribadito, la polizza dell’auto motrice a coprire gli eventuali danni causati durante la circolazione del rimorchio. Stipulando una polizza gancio-traino con rischio dinamico, estensione della normale Rc Auto, si avrà la copertura di tutte le ipotesi di danno causate dalla circolazione su strada e per la sicurezza personale è consigliabile sottoscriverla. Ma quali sono i costi legati all’Assicurazione Rimorchio Auto nel 2020?

Costo Assicurazione Rimorchio Auto 2020

Decidere di acquistare un rimorchio o un carrello appendice per la propria auto presenta di per sé un costo importante. Per questo motivo molti automobilisti prima di compiere questo passo tendono ad informarsi sul costo dell’assicurazione per capire se l’acquisto è davvero necessario. Per quanto riguarda l’aggiunta del gancio traino all’auto, operazione che consente di includere il carrello o rimorchio nell’RC Auto, possiamo affermare in linea generale che comporta un aumento del 5% circa sul premio della polizza. In caso di stipula dell’assicurazione per rischio statico, il costo aggiuntivo per la polizza obbligatorio si aggirerà intorno ai 50,00 euro all’anno per una copertura completa. Parliamo, dunque, di cifre non elevate. Di conseguenza, in caso di dubbi sulla reale necessità di stipulare o meno la polizza, in caso di possesso di un rimorchio è bene procedere con la sottoscrizione in modo tale da non incorrere in problematiche derivanti da danni causati del rimorchio mentre è fermo in aree private o pubbliche predisposte alla circolazione di mezzi e persone.

Per scoprire il costo preciso dell’Assicurazione Rimorchi Auto per il trasporto di cose è consigliabile richiedere più preventivi a varie compagnie assicurative. Penserete di non avere il tempo di spostarvi da un’agenzia all’altra per ottenere questi preventivi ma grazie ad internet non dovrete muovervi da casa. Basterà accedere ai portali online delle varie compagnie per ottenere informazioni sulla polizza di proprio interesse e richiedere un preventivo accurato.

Un primo esempio è Genialloyd della società Allianz. Sul sito www.genialloyd.it, entrando nella sezione relativa alla garanzia di Responsabilità Civile rischio statico dei rimorchi si potrà visualizzare una tabella in cui è riportato il premio della garanzia obbligatoria di responsabilità civile che Genialloyd propone come garanzia di copertura assicurativa per i mezzi trainati da auto con targa propria e libretto di immatricolazione. Per un massimale di 12 milioni di euro per sinistro, nessuna franchigia prevista, il premio annuale comprensivo di imposte risulta essere di 52,00 euro. Tale tariffa è riservata ai rischi singoli e non riguarda, dunque, flotte di veicoli a motore.

Un altro portale a cui accedere per ottenere un preventivo sulla polizza Rimorchio e conoscere nello specifico il costo del premio annuo è www.genertel.it. La sezione a cui accedere sarà “Assicurazioni altri veicoli” e successivamente “Rimorchi per autovetture”. Inizierà, così, la procedura che consterà di 5 fasi. In primo luogo occorrerà indicare i dati assicurativi del mezzo e la tipologia di polizza da sottoscrivere per passare, poi, ai dati del veicolo, ai dati anagrafici del proprietario, alle informazioni aggiuntive per arrivare, infine, al preventivo. In caso di problematiche relative alla richiesta per l’Assicurazione Rimorchio Auto sarà possibile contattare il numero verde 800 20 20 20 attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore 20.00. La RC per altri veicoli è prevista anche da Allianz, compagnia assicurativa che garantisce personalizzazione della polizza e interessanti agevolazioni in base al tipo di mezzo e al numero da assicurare. Sul sito di riferimento sarà possibile trovare tutte le indicazioni e i contatti per la richiesta di un preventivo riuscendo così, in poco tempo, a conoscere il costo del premio della polizza Rimorchio Auto.

Volendo comparare velocemente più preventivi basterà utilizzare i siti comparatori come facile.it o comparasemplice.it ma in relazione ad una assicurazione più particolare come quella a copertura del rischio statico per i danni causati dal rimorchio mentre è in sosta, staccato della motrice, è consigliabile rivolgersi direttamente ad una compagnia assicurativa ed ottenere fin da subito un preventivo personalizzato. Dato il costo esiguo della polizza, infatti, non si riuscirà ad ottenere una forte differenza di prezzo tra una compagnia e l’altra ed un risparmio davvero conveniente. E’ preferibile, dunque, affidarsi alla compagnia con cui si ha già sottoscritto una polizza auto, che si conosce e di cui si è potuto apprezzare l’operato. Detto questo, non vi rimane altro da fare che richiedere il preventivo e prepararsi ad utilizzare il carrello per il trasporto di cose idoneo alla risoluzione di tante problematiche.