730 Assicurazione 2019: polizze detraibili su auto, vita, casa e infortuni, cosa inserire nel modello?

Le spese relative al pagamento di un’assicurazione per l’auto, la vita, la casa e gli infortuni rientrano tra le spese da inserire nella dichiarazione dei redditi? Quali sono le polizze detraibili compilando il 730 nel 2019? Cercheremo di chiarire punto per punto cosa rientra tra gli oneri che i contribuenti hanno sostenuto nel 2018 e che potranno essere detratti nell’anno in corso. Parliamo delle somme versate dal contribuente per pagare premi assicurativi e per cui spetta una detrazione pari al 19% considerando un tetto massimo di 1.291,14 euro per le polizze con rischio autosufficienza e di 530,00 euro per le assicurazioni sulla vita e gli infortuni al conducente. Vediamo, allora, quali sono i premi detraibili nel 730.

Quali assicurazioni sono detraibili nel 730/201

Sul mercato si possono trovare un gran numero di polizze che mirano alla tutela e alla protezione della salute delle persone o dei loro beni, come può essere un immobile. Nello specifico, un numero elevato di utenti ricorre alla sottoscrizione di assicurazioni per la vita e gli infortuni, spesso legando queste garanzie alla polizza auto la cui sottoscrizione è obbligatoria. Somme di denaro importanti vengono dunque versate ogni anno non solo per obbligo ma anche per rispondere a delle esigenze personali di sicurezza.

L’assicurazione auto, per esempio, è una spesa che influisce notevolmente sul budget dei contribuenti e poter recuperare anche solo una parte del denaro versato durante l’anno è un obiettivo che in molti perseguono. Tale obiettivo può essere realizzato qualora si proponessero specifiche condizioni dettate dal Fisco. Fino a qualche anno fa, il 2014, la legge prevedeva che le polizze auto potessero essere detratte nel 730 per la parte relativa al contributo versato a favore del Sistema Sanitario Nazionale. Oggi, le uniche spese che possono essere considerati deducibili sono quelle relative alla polizza infortuni nel caso in cui sia stata sottoscritta in aggiunta alla copertura RC Auto, obbligatoria per Legge.

Le spese per il premio di una polizza infortuni, dunque, sono detraibili inserendole all’interno del modello 730 nella percentuale del 19%. E’ possibile riuscire a detrarre fino a 530,00 euro nel caso in cui il dichiarante sia una persona soggetta ad un livello di disabilità grave. Al pari delle polizze infortuni, le polizze vita possono essere detratte se si tratta di assicurazioni contro il rischio di morte o di invalidità permanente stipulate a partire dal 2001, di polizze sulla vita e contro gli infortuni al conducente stipulate entro il 31 dicembre 2000 e di assicurazioni che tutelano dal rischio di autosufficienza nell’esecuzione di atti nella vita quotidiana.

Per tutte le polizze, ribadiamo, la percentuale detraibile è del 19% ma i massimali di detraibilità variano in base alla tipologia di polizza. Dallo scorso anno rientra, poi, tra le polizze detraibili quella sulla casa qualora sia stata sottoscritta la garanzia contro le calamità naturali come terremoti, nevicate, grandinate e alluvioni. L’evento catastrofico viene dunque definito come rischio per danni causati a persone o cose e riguarda esclusivamente la categoria degli eventi naturali e non artificiali. Inoltre, per poter essere detraibile, la polizza dovrà riguardare un bene immobile ad uso abitativo. La detrazione, poi, è valida solamente per le polizze sottoscritte a partire dal 1° gennaio 2018.

Cosa inserire nel modello 730 per polizze detraibili su auto, vita, casa e infortuni

Dove inserire la quota detraibile per le polizze assicurative relative al pagamento dei premi del 2018 nel 730 del 2019? Dopo aver visto quali sono le polizze detraibili nel modello 730 è arrivato il momento di scoprire cosa bisogna inserire nel modello stesso per poter usufruire della detrazione. Il 19% della spesa con i massimali citati inizialmente potrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi per poter abbassare l’imponibile utilizzata per il calcolo IRPEF inserendo la cifra ottenuta in righe differenti a seconda della tipologia di polizza stipulata.

In caso di assicurazioni contro il rischio di morte o invalidità permanente non inferiore al 5% detraibili per un importo non superiore a 530,00 euro o di polizze contro il rischio di infortuni, il contribuente dovrà utilizzare le righe del modello 730 che vanno da E8 a E10 inserendo il codice 36 (se si utilizza il modello di Redditi occorrerà utilizzare le righe da RP8 a RP13 con il codice 36 nella sezione RP). I contribuenti che hanno sottoscritto una polizza contro il rischio di non autosufficienza, invece, dovranno utilizzare le stesse righe ma inserendo il codice 37.